Rocco Casalino, nuova vita per l’ex portavoce del governo Conte. È lui, in diretta tv, a spiegare tutto

Rocco Casalino, portavoce dell’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, risponde alle domande di Lilli Gruber a Otto e mezzo. Toni pacati e uno sguardo sulla politica a tutto tondo quello di Casalino che non fa sconti a nessuno. Nel corso dell’intervista ha raccontato il suo punto di vista su alcuni dei leader e dei protagonisti della scena attuale. Da Mario Draghi, che domani chiederà la fiducia al Senato, a Giuseppe Conte, con cui ha stretto una legame umano prima che professionale.

“Il presidente Draghi è una persona di alto profilo che deve affrontare una situazione non facile, e per il bene dell’Italia gli voglio fare gli auguri. Il governo è sostenuto da una maggioranza molto variegata, spero non troppo litigiosa, visto quello che negli ultimi giorni sta venendo un po’ fuori. Io gli consiglierei di parlare di più, perché il suo silenzio può essere un problema, facendo venire fuori un’immagine litigiosa del governo: ogni forza politica infatti cerca di smarcarsi dagli altri. Se Draghi comunicasse di più, toglierebbe spazio agli altri leader politici”, dice Casalino. Continua dopo la foto


Cosa farà l’ex premier Conte ò la prima domanda che pone Lilli Gruber. “Non sarebbe male se ci fosse un intreccio tra il M5S e Conte, è una mia opinione. Gliel’ho detto? Sì, con una certa insistenza. E’ uscito da Palazzo Chigi due giorni fa, ho visto una commozione che a detta dei commessi non c’era stata in passato. Conte ha questo dono, arriva al cuore delle persone. Conte ha alcune peculiarità che lo rendono diverso da tutti i gli altri leader”. Continua dopo la foto

E ancora: “Non credo che gli italiani lo dimenticheranno presto, ma penso che debba decidere presto cosa fare. Ma lui invece ha le sue strategie e credo che adesso torni a Firenze a insegnare”, aggiunge. “Non so cosa farà lui in futuro. Non riesco ad immaginare che il paese debba fare a meno di una personalità straordinaria come Conte. Sulla leadership dei 5 Stelle -aggiunge Casalino- può esserci una discussione tra Conte o Di Maio ma non so cosa voglia fare Conte”. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
Io vorrei ci fosse un intreccio, che abbia un ruolo nel Movimento, ma è presto per dire quale. Ma non so cosa farà lui. Credo che l’Italia abbia bisogno di una personalità come la sua e mi auguro che quello che è stato fatto non sia smontato”. Il Movimento 5 Stelle vive “un momento molto difficile. Ognuno di noi ha ricevuto tantissimo, adesso è il momento in cui tutti dobbiamo dare una mano. Mi appello alle coscienze di ognuno e dico di non andare via. Anche a Di Battista, che è un amico, chiedo di riflettere. Non è il momento di abbandonare ma quello di rimanere, perché il Movimento ha una prospettiva molto più lunga del governo Draghi”.
Poi Lilli Gruber fa una domanda diretta: “Adesso cosa farà Rocco Casalino?”. La risposta del portavoce: “Stanno arrivando tante offerte”, vediamo.

Ti potrebbe interessare: “Io e mia sorella dormivamo nella vasca”. Rocco Casalino, il racconto choc sul suo passato: “Mio padre era violento e…”