Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Roberta Bruzzone choc, la denuncia attorno alla strage di Altavilla Milicia

  • Italia
roberta bruzzone strage altavilla minacce

Roberta Bruzzone nel team di difesa di Giovanni Barreca. Ha suscitato grande clamore la strage di Altavilla: il muratore ha confessato ai carabinieri di aver ucciso, con l’aiuto di una coppia, la moglie Antonella Salomone e i figli Kevin ed Emmanuel. Già il legale dell’uomo, Giancarlo Barracato, ha fatto trapelare qualcosa sulla strategia difensiva. Barreca sostiene di aver torturato e ucciso i familiari per liberarli dal demonio.

Ma parla di “plagio da parte della coppia”, Sabrina Fina e Massimo Carandente: “Era come imbambolato – afferma il suo avvocato – cominciano a riaffiorare in lui tante scene che lo portano a scagliarsi contro Massimo Carandente e Sabrina Fina”. Ora si è venuto a sapere che la nota criminiloga Robera Bruzzone, presente in tante trasmissioni tv come “Ore 14“, farà parte della squadra della difesa dell’uomo. E volano accuse e minacce.

Leggi anche: Dramma in provincia, Giovanni uccide la moglie e i figli di 3 e 16 anni. La terza salva per miracolo

roberta bruzzone strage altavilla minacce


Il ruolo di Roberta Bruzzone nel team di difesa di Giovanni Barreca

Roberta Bruzzone è una dei due esperti chiamati ad eseguire la perizia psichiatrica sul 54enne. In pratica la criminologa e lo psichiatra Alberto Caputo dovranno valutare se Giovanni Barreca era capace di intendere e di volere durante il sedicente “rito di purificazione” dal demonio delle tre vittime. Intanto la coppia accusata dall’uomo ha dichiarato di non essere presente nella villetta durante i delitti.

roberta bruzzone strage altavilla minacce

La nota criminologa, nel corso di una trasmissione su Rai2, ha rivelato di aver ricevuto diverse minacce subito dopo aver assunto l’incarico in Sicilia. Su un gruppo Facebook, ad esempio, hanno scritto: “Il demonio torna sempre sul luogo del delitto: meditate e…esorcizzatela“.

Roberta Bruzzone ha quindi scritto sul proprio profilo: “Iniziano gli attacchi nei miei confronti sul caso di Altavilla Milicia, dove qualcuno vede diavoli ovunque… anche nella sottoscritta. E ribadisco: quanto successo a Altavilla Milicia mi era chiaro fin da subito e le mie ipotesi hanno avuto conferma dalla circostanza che anche i figli di Giovanni Barreca avrebbero partecipato alle torture. Quindi un padre psicotico che avrebbe diffuso il suo verbo anche in famiglia facendo proseliti. Massimo Carandente e Sabrina Fina erano presenti al momento della strage. Quanto accaduto ci dimostra l’importanza di dover stare attenti a questi ciarlatani e santoni che si spacciano per ciò che non sono”.

“Cosa c’è sotto i guanti”. Madonna di Trevignano, Gisella choc: informa subito i presenti


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004