Omicidio Reggio Emilia Donna Uccisa

Dramma al parco, uccisa a 34 anni. L’allarme, poi la scoperta sul corpo

Ancora sangue in Italia e a morire è nuovamente una donna. Una terribile scoperta è stata fatta dalle forze dell’ordine nella mattinata di sabato 20 novembre, anche se il suo decesso sarebbe avvenuto la notte scorsa. Stando a quanto emerso finora, la vittima avrebbe 34 anni e sarebbe stata uccisa. A lanciare l’allarme era stato un uomo, che abita nell’area in cui è stato rinvenuto il corpo, che verso le ore 9.30 ha notato un cellulare per terra. Quest’ultimo ha cominciato a vibrare e ad emettere luce.

Curioso da quanto aveva visto, si è avvicinato al telefonino e ha anche notato la presenza del cadavere della 34enne. Ha immediatamente contattato le autorità competenti, giunte tempestivamente sul posto. Oltre alle forze dell’ordine, è stato chiamato anche il medico legale, incaricato di fare una primissima analisi sul corpo in attesa di risultati più specifici. Ma sicuramente non si è trattato di una morte accidentale, visto che sono stati trovati dei segni inequivocabili di una violenza inaudita.

Reggio Emilia Omicidio Donna 64 Anni Parco

Il fattaccio si è verificato a Reggio Emilia e il cadavere della donna di 34 anni, che sarebbe originaria del Sudamerica, è stato ritrovato esattamente nel parco situato in via Patti, ovvero nella zona Mirabello. Stanno lavorando alacremente, al fine di scoprire cosa sia accaduto nel dettaglio, gli uomini del nucleo investigativo della compagnia di Reggio Emilia. Come detto poco fa, si sarebbe davanti all’ennesimo caso di femminicidio. Sono infatti state trovate delle ferite gravissime, procurate probabilmente con un coltello.


Reggio Emilia Omicidio Parco

La 34enne sudamericana sarebbe deceduta a Reggio Emilia a causa delle ferite molto serie, inflitte sul suo corpo. In particolare, potrebbe essere spirata per una coltellata che le ha colpito la sua gola. La zona in cui è localizzato il parco si trova precisamente in un’area residenziale, tra l’ex polveriera e una piscina. Necessarie saranno le risultanze che arriveranno dalle indagini, visto che ci sarebbe una persona ancora in libertà, che avrebbe commesso questo orrendo crimine dai contorni ancora nebulosi. Ma pare ci sia stato un fermo di un uomo.

Soltanto pochi giorni, sempre in Emilia-Romagna, era accaduto un altro dramma. Un uomo ha ucciso la moglie, la suocera e due figli di 5 e 2 anni, probabilmente con un coltello, e poi si è tolto la vita. Il dramma si è consumato in via Manin, in un orario approssimativo tra le 15 e le 16 di mercoledì 17 novembre. Tutta la zona è stata isolata. Sono intervenute la polizia e i carabinieri con gli esperti della Scientifica e dei Ris.

Pubblicato il alle ore 13:53 Ultima modifica il alle ore 13:53