Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
andrea vestri

La madre va a svegliarlo, ma per Andrea i soccorsi sono inutili: “Non si può morire a soli 23 anni”

  • Italia

Pordenone, tragedia in famiglia. Una morte silenziosa, sopraggiunta senza alcun preavviso e tanti, troppi sogni ancora da realizzare. Andrea Vestri, 23 anni, non ha più aperto i suoi occhi. La drammatica scoperta è avvenuta quando la madre si è recata nella cameretta del ragazzo per svegliarlo. Ma da Andrea nessuna risposta.

L’orologio aveva segnato da poco mezzogiorno, quando la madre, insospettita dal non vedere il figlio alzarsi, si è recata nella cameretta. Sembrava che Andrea dormisse e invece il suo cuore aveva smesso di battere. La donna ha provato a scuoterlo ripetutamente per svegliarlo, ma da Andrea alcun cenno di vita. Immediato l’allarme lanciato al 112. Una volta sopraggiunti i soccorsi, la corsa verso l’ospedale di Pordenone nella speranza di scongiurare il peggio.

Pordenone Andrea Vestri 23 anni morte sonno madre


Purtroppo, però, per Andrea Vestri nulla da fare. Restano ancora da accertare le cause del decesso E una risposta in tal senso potrà sopraggiungere solo dopo l’autopsia, chiesta dal sostituto procuratore Andrea Del Missier. Al momento si ipotizza un arresto cardiocircolatorio.

Pordenone Andrea Vestri 23 anni morte sonno madre

Secondo quanto si apprende, il magistrato ha delegato gli investigatori della Squadra Mobile per comprendere se la serata di giovedì e il decesso del 23enne possano trovare una qualche connessione. Nel frattempo, nell’apprendere la notizia, l’intera comunità resta sotto choc.

Pordenone Andrea Vestri 23 anni morte sonno madre
Pordenone Andrea Vestri 23 anni morte sonno madre

Si leggono su Il Gazzettino le parole di dolore della zia Maura: “Era un buon ragazzo, generoso e siamo molto addolorati per questa morte”. E ancora le parole di Edoardo Muzzin e della moglie, Franca Bolognin: “In più di dieci anni da queste parti sono transitati centinaia di atleti. Ci viene difficile ricordarlo nitidamente. Quello che possiamo dire, però, è che non si può morire a soli 23 anni”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004