Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
perugia donna

Nessuna traccia della figlia per ore. L’allarme del padre, poi la scoperta choc in casa

  • Italia

Perugia, la scoperta choc. Nessun contatto con la figlia, così il padre della vittima, allarmato, ha deciso di recarsi ai Tre Archi, presso l’abitazione della donna, dove poi è stato raggiunto dagli agenti della Polizia di Stato di Perugia in seguito alla chiamata al numero di emergenza. Non appena entrati poi in casa, la realtà sotto i loro occhi.

Nessuna risposta al telefono, e neanche al citofono. L’unico rumore che proveniva dall’abitazione della 41enne era l’abbaiare dei cani di sua proprietà. La porta di casa risultava chiusa all’interno, per cui è stato necessario il pronto intervento degli agenti della polizia. Solo quando i militari sono riusciti a sfondare la porta d’ingresso hanno potuto apprendere che per la donna non c’era ormai nulla da fare.

Perugia donna morta casa 41 anni malore


Il cadavere della vittima è stato trovato riverso a terra, in camera da letto. Cristallizzato la zona, sono intervenuto sul posto anche i tecnici del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica oltre agli investigatori della Squadra Mobile, del 118 e dei Vigili del Fuoco.Dopo gli accertamenti di rito dei sanitari e del medico legale, il Pubblico Ministero di turno ha disposto il trasporto del corpo in obitorio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Perugia donna morta casa 41 anni malore

Non appena appresa la notizia del decesso, tantissimi i messaggi di cordoglio sui social.Infatti la 41enne era molto conosciuta in città. Al momento si apprende che sul corpo della vittima non sono stati rinvenuti segni di violenza dunque al momento l’ipotesi sulla causa del decesso sarebbe da attribuire a un improvviso malore.

Perugia donna morta casa 41 anni malore
Perugia donna morta casa 41 anni malore

In casa della donna, oltre ai cani, vicini al suo corpo steso per terra, anche alcune tracce ematiche, seppur in casa tutto è risultato in ordine. Questi indizi sosterrebbero ulteriormente che nessun estraneo si sia introdotto in casa della donna e che probabilmente le escoriazioni sul cadavere siano state provocate involontariamente dalla vittima. Infatti si apprende che la 41enne soffriva di diverse patologie, tra cui l’epilessia.