Per 18 ore sepolto sotto le macerie poi, anche per lui, sono arrivati gli angeli che lo hanno riportato alla luce. Nessuno è stato lasciato indietro, neanche gli amici a quattro zampe. L'”abbraccio” con il padrone commuove la rete

 

Non solo uomini, donne e bambini. Sotto le macerie sono rimasti anche gli animali. E gli angeli del soccorso non hanno lasciato nessuno indietro. Ecco mentre estraggono un cane da una casa crollata mentre il padrone attende fiducioso di rivederlo. E quando si riabbracciano non riesce a trattenere le lacrime. Una storia di speranza in mezzo a tutta questa tragedia. Nella notte intanto nuove scosse nella notte tra Umbria, Lazio e Marche.

 


La più forte, registrata dall’Ingv questa mattina alle 6.28 sempre nella zona di Rieti già colpita duramente dal sisma del 24 agosto, ha avuto una magnitudo 4.8.

(continua dopo la foto)

{loadposition intext}

La forte scossa avvertita ad Amatrice è avvenuta a una profondità di 11 km. Altre scosse di magnitudo inferiorecontinuano ad essere registrate anche questa mattina . E nuovi crolli sono avvenuti ad Amatrice dopo la forte scossa. Nei crolli, a quanto si apprende, non risultano coinvolte le squadre dei vigili del fuoco che stanno continuando a scavare tra le macerie nel paese duramente colpito dal sisma. E’ di 267 il bilancio aggiornato delle vittime.

(continua dopo il video)

 

E’ quanto ha detto Titti Postiglione, direttrice dell’ufficio emergenza della Protezione civile, stamane nel corso di una conferenza stampa. Sono 387 i feriti in totale. Delle 267 vittime del sisma, 207 hanno perso la vita ad Amatrice, 11 ad Accumuli e 49 ad Arquata. I feriti portati in ospedale sono 387 ma alcuni di loro sono stati dimessi. “Dall’inizio di questa sequenza – ha aggiunto – l’Ingv ha registrato 928 scosse. Solo dalla mezzanotte di oggi se ne sono avute 57 e tra questo quella 4.8 delle 6.28 di questa mattina”. Sono 2100 i posti letto occupati dagli sfollati nelle tendopoli allestite nel Lazio e nelle Marche subito dopo il sisma. La disponibilità di posti letto attualmente è di 3500 ma potrebbe aumentare in base alle necessità, soprattutto nel corso della notte.

Dei 2100 gli sfollati nelle tendopoli allestite dalle unità mobili delle varie regioni e dalle associazioni di volontariato, 653 hanno passato la notte nel Lazio, 920 nelle Marche e 600 in Umbria. Le associazioni di volontariato presenti sul territorio sono la Cisom, l’Anpas e l’associazione Misericordie. Si terranno domani alle 11,30 ad Ascoli Piceno i funerali delle vittime marchigiane. Alla cerimonia nella palestra di fronte l’obitorio di Ascoli parteciperà anche il capo dello Stato Sergio Mattarella. A celebrare i funerali sarà il vescovo di Ascoli monsignor Giovanni d’Ercole. In concomitanza col rito, il presidente del Consiglio ha proclamato una giornata di lutto nazionale con l’esposizione di bandiere a mezz’asta sugli edifici pubblici dell’intero territorio italiano. Lo comunica in una nota Palazzo Chigi. 

“Ma anche no”. Choc totale in diretta tv: nel bel mezzo della maratona televisiva sul terremoto che ha devastato il centro Italia, l’inviata di La7 se ne esce con una proposta di pessimo gusto

Pubblicato il alle ore 09:32 Ultima modifica il alle ore 11:28