Questo sito contribuisce alla audience di

“Speranze finite”. Il corpo di Claudio ritrovato proprio lì: era scomparso da casa il giorno di Natale

Sono finite le speranze di ritrovare in vita Claudio Gallo, scomparso da casa nel giorno di Natale. L’uomo, 53 anni, originario di Marcignano nei pressi di Pavia è stato ritrovato nel pomeriggio di ieri. A quanto si apprende il corpo è stato trovato riverso in un fossato d’irrigazione nei campi in località Cascina Brusada, tra la frazione Divisa e il centro abitato di Marcignago. Dalle prime indiscrezioni non sembrano essere stati trovati segni o tracce che lascino ipotizzare cause di morte violenta.


Quel che è accaduto potrà essere chiarito dall’esame autoptico e dagli altri accertamenti. Molto probabilmente quindi Claudio Gallo è stato colto da malore. A lanciare l’allarme era stata la moglie Morena. Per le ricerche, coordinate come sempre dalla Prefettura, sono stati attivati vigili del fuoco e protezione civile, martedì anche con unità cinofile e oggi con l’elicottero che ha sorvolato a lungo la zona delle ricerche.

ricerca claudio gallo


Anche Ticinonotizia riporta che Claudio Gallo, che aveva già problemi di salute, possa essere stato stroncato da un malore forse provocato dal freddo. Sempre ieri, nel peggiore dei modi, si era conclusa la storia di abio Argiolas, militare cagliaritano di 42 anni, è stato trovato in fondo alla scogliera di Calamosca, dove si suppone sia caduto.


claudio gallo


Intorno alle 9 del 29 dicembre alle forze dell’ordine un passante ha segnalato la presenza di un corpo in zona. Una motovedetta della Guardia costiera è giunta sul posto e ha appurato la presenza del corpo di un uomo e via mare ha dato indicazioni precise alle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico che hanno raggiunto il punto esatto del rinvenimento. Il decesso è stato confermato da un medico soccorritore.

pronto soccorso


Fabio Argiolas lascia una sorella, Silvia, la madre Sandra e il padre Egidio. I sospetti che potesse trattarsi di lui sono emersi sin da subito e le successive verifiche purtroppo lo hanno accertato, come hanno confermato i Vigili del fuoco, anche loro intervenuti sul posto.

Pubblicato il alle ore 20:36 Ultima modifica il alle ore 20:36