Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Omicidio colposo”. Paolo Calissano, si muovono i magistrati: disposta l’autopsia

  • Italia

Al momento del ritrovamento del corpo Paolo Calissano era morto da almeno due giorni. Dai primi accertamenti il decesso sarebbe avvenuto proprio per un abuso di psicofarmaci. Indagini dei carabinieri sono in corso e non è ancora chiaro se la morte sia avvenuta o meno per un gesto volontario. La salma è stata portata all’obitorio del Gemelli per un’ispezione cadaverica. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del Nucleo investigativo di Roma per i rilievi.


Tanti i particolari ed i messaggi arrivati per ricordare l’attore. Tra i più toccanti quello di Barbara D’Urso. “Ciao Paolo Calissano… Abbiamo lavorato tanti mesi insieme… Poi le tue fragilità hanno preso il sopravvento e ti sei perso… Nei miei ricordi sei il ragazzone gentile che sul set aveva sempre un sorriso per tutti”, recita il post della conduttrice e attrice condiviso su Twitter.

paolo calissano



E per ricordare il collega e amico, a corredo del post anche una foto del backstage che mostra parte del cast. E sempre a proposito del rapporto di amicizia tra l’attore e Barbara D’Urso si ricorda l’intervista rilasciata dall’attore nel 2014 proprio davanti alle telecamere di Pomeriggio Cinque. Di Paolo Calissano, poi, si erano perse le notizie. Forte anche il ricordo che aveva voluto lasciare Valeria Fabrizi.

paolo calissano


“Un grande dolore perché Paolo Calissano è morto! Non doveva succedere !!!è stato allontanato dal nostro mondo artistico e la coscienza di molti dovrebbe riflettere ….perché!!!Ho lavorato con Lui e meritava stima,era un ragazzo educatissimo buono e gentile! Ho cercato di aiutarlo perché ha scritto sceneggiature importanti ma evidentemente rimaste sulla scrivania di “persone distratte”!!Lui valeva, soffriva di nostalgia artistica e di sensibile attenzione umana! Ti abbraccio Paolo”.

paolo calissano

La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio colposo. Un atto dovuto, anche per poter effettuare l’autopsia sul corpo dell’attore. Rampollo di una famiglia di imprenditori, Calissano era nato a Genova il 18 febbraio 1967. Dopo gli studi a Boston e le prime esperienze nei fotoromanzi, aveva debuttato al cinema (Palermo-Milano solo andata) e in tv, diventando noto al pubblico grazie a serie come General Hospital.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004