“Tutti via, subito”. Incendi Italia, colpita una delle spiagge più amate dai turisti. Bagnanti in fuga

Otranto, le fiamme divorano decine di ettari di vegetazione, mettendo in fuga i bagnanti. Sono state necessaria ben otto squadre dei Vigili del Fuoco per domare il rogo che ha colpito l’area di Porto Badisco.

Estenuante il lavoro delle squadre dei Vigili del Fuoco atte a domare le fiamme. E a tal proposito si è espresso anche il sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi: “Il focolaio è stato circoscritto e la zona è stata messa in sicurezza. Le fiamme però non sono del tutto spente e minacciano Santa Cesarea Terme”.

Otranto incendio bagnanti fuga panico

Le fiamme sono state favorite anche per il forte vento di tramontana che ha richiesto persino l’intervento di un canadair. Nello specifico, l’area duramente provata dalle fiamme è stata quella vicina a una struttura ricettiva. Le fiamme hanno messo così messo in fuga gli ospiti, poi portati in salvo.


Otranto incendio bagnanti fuga panico

Le immagini mettono in evidenza la densa nube di colore nero visibile anche dalla scogliera. E a ridosso del focolaio anche alcune abitazioni poi evacuate. Infatti sulle pagine di Norbaonline si apprende che “gli oltre 30 ospiti” del resort Le Capase “sono stati sistemati per sicurezza in un’altra struttura”.

Otranto incendio bagnanti fuga panico
Otranto incendio bagnanti fuga panico

L’incendio di Porto Badisco è il secondo avvenuto sulla costa salentina. Infatti alla fine del mese di luglio, più a Nord di Porto Badisco le fiamme avevano giù divorato ettari di vegetazioni nella zona degli Alimini.

Pubblicato il alle ore 09:35 Ultima modifica il alle ore 12:18