“È di una ragazza”. Ritrovato un cadavere tra gli scogli in avanzato stato di decomposizione

Un cadavere è stato rinvenuto tra gli scogli di Ostia. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, sembrerebbe appartenere a una donna. Secondo le prime informazioni, non avrebbe con sé vestiti e documenti, pertanto non è possibile per gli inquirenti stabilirne l’identità. Sul posto, un ingente dispiegamento di forze dell’ordine: Capitaneria di Porto, gli agenti delle Volanti e del commissariato di Ostia, oltre alla Polizia Scientifica e al medico legale che ha ispezionato il cadavere.

Gli investigatori indagano per dare un nome al corpo ritrovato tra gli scogli – precisamente nella zona dell’Idroscalo – e soprattutto per capire le cause della morte. Il cadavere potrebbe anche essere stato trascinato dalla corrente ed essersi arenato sugli scogli. Il decesso, in questo caso, potrebbe essere avvenuto in un altro luogo e non all’Idroscalo. (Continua a leggere dopo la foto)


L’altra opzione è che la morte sia sopraggiunta in quel luogo. Come sia arrivato il corpo sugli scogli, ancora non è chiaro. Gli agenti dovranno stabilire se sia stato trascinato dalla corrente o se il decesso sia avvenuto proprio sugli scogli. (Continua a leggere dopo la foto)

La ricostruzione della dinamica è fondamentale per capire cosa sia veramente accaduto e poter stabilire con certezza le dinamiche della morte di questa persona, al momento ancora sconosciuta. Le operazioni di recupero del cadavere sono avvenute oggi verso le 12.30, dopo che alcune persone avevano segnalato la presenza di un corpo tra gli scogli. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
Invano i soccorritori del 118 hanno sperato di poter fare qualcosa, e di trovare qualcuno ancora in vita. Ogni operazione di rianimazione era però inutile, dato che la persona segnalata era già morta, sembra anche da parecchio tempo.

Ti potrebbe anche interessare: Autobus si scontra con un camion e finisce in un dirupo: 38 morti e 20 feriti