Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Svegliati, ti prego!”. Chef Orlando muore nel sonno a 45 anni: il suo corpo trovato dalla compagna

  • Italia

Se n’è andato all’improvviso Orlando Pignotti, chef che tutti a Riviera delle Palme nelle Marche conoscevano. Aveva 45 anni ed è stato portato via da un malore nel sonno. La tragedia si è consumata nell’abitazione dell’uomo. A dare l’allarme è stata la compagna, intorno alle 9,30 di ieri mattina quando si è accorta che Orlando, contrariamente al solito, non si era ancora alzato. Quando i soccorsi sono arrivati per l’uomo non c’era già nulla da fare. Grande la commozione in tutta la zona.


Insieme al fratello Antonio da alcuni giorni Orlando Pignotti aveva inaugurato il nuovo locale “Ristopizza Acqua Marina”, all’angolo fra il lungomare e via Ballestra a Grottammare. Per molti anni avevano gestito il ristorante nello chalet “Stella Marina” sul lungomare Colombo. Un ristorante rinomato che alla fine i fratelli Pignotti avevano deciso di lasciare dare un ulteriore stimolo alla loro attività. Da giovani avevano gestito anche il Cin Cin Bar.

Orlando Pignotti



La storia di Orlando Pignotti purtroppo non è nuova. La morte improvvisa può essere causata da malattie strutturali o funzionali del muscolo cardiaco che esitano, nella maggior parte dei casi, in un’aritmia fatale chiamata fibrillazione ventricolare. Nella popolazione giovanile, le cause di morte improvvisa possono essere sia congenite (es. cardiomiopatie, malattie dei canali ionici, anomalie congenite delle coronarie o delle valvole cardiache) sia acquisite (es. miocarditi).

pronto soccorso ascoli piceno


Oltre il 50% delle morti improvvise giovanili (sotto i 35 anni) è dovuto alle cardiomiopatie, definite come malattie strutturali o funzionali del miocardio, familiari/genetiche o non familiari, non causate da problemi coronarici, valvolari o dall’ipertensione arteriosa. Esistono cardiomiopatie in cui il cuore è morfologicamente alterato, ad esempio nella cardiomiopatia ipertrofica vi è un ispessimento inappropriato delle pareti, nella cardiomiopatia dilatativa vi è un aumento dei volumi ventricolari e una disfunzione contrattile di vario grado.

soccorsi ambulanza


In altri casi, il cuore può essere macroscopicamente normale, ma vi sono alterazioni ultrastrutturali, a carico dei canali che regolano il flusso di ioni a livello delle membrane cellulari, che predispongono all’insorgenza di aritmie fatali (es. sindrome di Brugada, sindrome del QT lungo).


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004