Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Ha confessato”. Pronti per la festeggiare l’ultimo giorno di lavoro, Rosa e Giuseppe uccisi in casa: la svolta

  • Italia
Omicidio Giuseppe Sedita e Rosa Sardo, figlio ha confessato

L’omicidio di Giuseppe Sedita e Rosa Sardo ha sconvolto la cittadina di Racalmuto, in provincia di Agrigento, in Sicilia. Marito e moglie sono stati uccisi nella loro abitazione, al terzo piano di un complesso di case popolari in contrada Stazione e sono stati trovati senza vita dalla figlia.

Non riuscendo a contattarli telefonicamente, martedì pomeriggio la donna è andata nella loro abitazione e li ha trovati senza vita. Rosa Sardo e Giuseppe Sedita erano abbracciati, tra il soggiorno e la cucina, in una pozza di sangue. Per loro non c’è stato niente da fare, l’omicida li ha colpiti più volte con un coltello e quando la figlia li ha trovati erano già morti.

Leggi anche: “Erano abbracciati”. Ennesima tragedia in famiglia, Rosa e Giuseppe uccisi a coltellate: la scoperta choc della figlia

Omicidio Giuseppe Sedita e Rosa Sardo, figlio ha confessato


Omicidio Giuseppe Sedita e Rosa Sardo, figlio ha confessato

Fermato il figlio della coppia, Salvatore Sedita, 34enne che soffrirebbe di problemi di natura psichiatrica. Vagava per le vie del paese e indossava abiti puliti. Condotto in caserma dai carabinieri, in nottata l’uomo ha confessato l’omicidio dei genitori. Come riporta Today, avrebbe detto che “quelli non erano i suoi veri genitori”. Di “vedere fantasmi” e “strane presenze” e di “fare uso di droga”, “di crack”.

Salvatore Sedita è stato trasferito in carcere e il capo dell’ufficio pm Salvatore Vella e il sostituto Gloria Andreoli, i quali chiederanno al giudice per le indagini preliminari la convalida del fermo di indiziato di delitto. Nella casa i carabinieri hanno trovato una mannaia da macellaio. Un omicidio efferato, tanto che il sangue è arrivato fino alle pareti e al soffitto.

Una tragedia familiare in un giorno di festa, perché proprio martedì sera Giuseppe Sedita avrebbe festeggiato il pensionamento con una cena insieme ad amici e familiari. Era un operaio della forestale. I vicini di casa della coppia hanno detto di aver sentito delle liti in passato ma di non aver mai avuto il presentimento che potesse accadere una cosa del genere.

-->

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004