“Addio, Gaudenzio”. Morto l’uomo più anziano d’Italia. L’età record e i suoi primati imbattibili

Gaudenzio Nobili chiude per sempre i suoi occhi a 109 anni. Il 25 gennaio ne avrebbe compiuti 110 di anni, ma quello di Gaudenzio Nobili resta comunque il nome dell’uomo più anziano d’Italia, aggiudicandosi così il suo triplice “primato” di Decano del Piemonte, d’Italia e d’Europa. Dentro i suo occhi e tra i suoi racconti i più grandi accadimenti della storia.

Dopo Ida Zoccarato, di Vigonza, nata il 24 maggio 1909, la donna più anziana d’Italia, anche Gaudenzio, nato il 25 gennaio del 1912 a Fontaneto, vicino la frazione di San Martino. Da sempre artigiano in una bottega di falegname, passione coltivata anche dopo la pensione e fin quando la vista lo ha assistito.

Gaudenzio Nobili morto 109 anni anziano Italia

Ed è proprio a Fantaneto d’Agogna che, intorno alle 6,30, gli occhi di Gaudenzio, per tutti “Nini”, si sono chiusi per sempre. Una fonte inesauribile di energia, una vita sempre dinamica, tante passeggiate e fino ai 101 anni compiuti, ancora alla guida della sua auto.


Gaudenzio Nobili morto 109 anni anziano Italia

Nella vita di Gaudenzio anche il grande amore per la moglie, sposata nel 1949 a cui ha dato l’ultimo bacio nel 2000. Dal suo matrimonio è nata una numerosa progenie. L’uomo più anziano d’Italia era stimato da tutti e chi lo ha conosciuto lo ricorda come persona buona e gentile. Fino al suo ultimo respiro, Gaudenzio non ha mai smesso di darsi da fare, soprattutto per aiutare gli altri.

Gaudenzio Nobili morto 109 anni anziano Italia
Gaudenzio Nobili morto 109 anni anziano Italia

A dare la notizia della morte l’Associazione Giustitalia costituita “per informare, promuovere, assistere, tutelare, rappresentare e difendere i diritti e gli interessi individuali e collettivi dei cittadini e degli stranieri” e di cui Gaudenzio era socio onorario.

Pubblicato il alle ore 13:55 Ultima modifica il alle ore 13:55