“Nella lettera anonima una descrizione precisa”. Denise Pipitone, nuove rivelazioni dell’avvocato Frazzitta

Nuove rivelazioni sulla lettera anonima recapitata allo studio legale di Giacomo Frazzitta, l’avvocato di Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, la bambina di cui si sono perse le tracce il 1 settembre 2004, quando aveva quattro anni. Il caso della scomparsa è tornato alla ribalta negli ultimi mesi e da qualche settimana qualcosa sembra essersi smosso.  Al programma della Sciarelli, Giacomo Frazzitta ha lanciato un appello all’anonimo, chiedendogli di mettersi in contatto con lui.

“Ci rivolgiamo a quella persona che dopo 17 anni ha avuto il coraggio e il senso civico di inviare una lettera anonima al mio studio legale, dando informazioni nuove, ti invitiamo a fare un altro passo, nella massima riservatezza, fatti sentire”. “Noi lo ringraziamo per il suo senso civico e chiediamo un ulteriore sforzo, è importante che si faccia sentire in qualche modo”, ha detto il legale, spiegando di aver ricevuto informazioni concrete mai rivelate nel corso di questi 17 anni. Il legale di Piera Maggio è tornato a parlare della lettera anonima durante l’ospitata a Domenica In e ha lanciato un nuovo appello al misterioso mittente che ha fornito informazioni preziose sul caso della bambina scomparsa nel 2004.


“Ci sarà verità su Denise?” ha chiesto Mara Venier al legale di Piera Maggio. “Questo è quello che ci auguriamo tutti. Il fatto che la procura si sia rimessa in moto e che noi ci siamo rimessi in moto vuol dire che ci sono elementi di novità, ma non sappiamo quanto possano riuscire a scardinare il muro di omertà”.

“È chiaro che dal contenuto di quella lettera anonima posso affermare che ci sono diverse persone a Mazara che sanno di questo fatto, sono testimoni oculari, e questo mi fa molta rabbia, perché vuol dire che sono 17 anni che queste persone sono state in silenzio. Questa persona ci fa una descrizione precisa di una fase. Hanno paura? Ma di che cosa? Di chi? – ha spiegato Giacomo Frazzitta – Se il signore anonimo mi sta sentendo, ribadisco noi lo stiamo aspettando, stiamo aspettando il suo segnale e stiamo dicendo delle cose per tranquillizzarlo, mantenendo la massima riservatezza noi ti attendiamo caro anonimo sarai tutelato senza rischi per nessuno”.

E ancora: “C’è un’Italia che ti aspetta, il tuo senso civico lo abbiamo molto apprezzato e ti aspettiamo. Questa lettera anonima racconta una fase con degli elementi che noi non conoscevamo. Denise è viva in quel momento in cui il testimone parla… ma ce lo siamo sempre detti era mezzogiorno a Mazara del Vallo, ma possibile che nessuno abbia visto niente? Dovete vergognarvi“.

“Non possiamo sempre concentrarci su Anna Corona e Jessca Pulizzi, non stiamo sempre addosso a loro, questa informazione ci da un dato interessante e stiamo sempre nello stesso quadro, dove sostanzialmente ci sono altre figure. Dobbiamo stare attenti quando parliamo di famiglia, perché la famiglia Maggio non ha questioni, siamo dentro a una famiglia allargata. Al momento la fotografia non inquadra Jessica Pulizzi e Anna Corona. Questo non vuol dire, ripeto nel quadro generale in qualche maniera ci possano entrare”.

“Non ci riescono”. Andrea Zenga e Rosalinda Cannavò, la soffiata del vip sulla coppia fa discutere