Natale e Capodanno, è possibile dormire da parenti e amici? La risposta definitiva dagli esperti del governo

Spostamenti in occasione delle feste, nelle Faq sul sito di palazzo Chigi il governo spiega quali sono le regole previste nel decreto di Natale, con le misure per l’Italia zona rossa e arancione a seconda dei giorni. Nelle Faq si legge che sarà possibile spostarsi in un altro comune, purché all’interno della propria regione, non solo nei giorni ‘arancioni’ ma anche in quelli ‘rossi’ durante le festività.

“Nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono”. (Continua a leggere dopo la foto)


Nei giorni ‘arancioni’ durante le festività ci si potrà spostare dai piccoli comuni sotto i 5000 abitanti e nel raggio di 30 chilometri anche se significa uscire dalla propria regione. “Nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, sarà possibile, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: conseguentemente, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali” si legge nelle Faq. (Continua a leggere dopo la foto)

Ma si può dormire da amici e parenti? Come riporta Leggo, parlando con il Corriere della Sera, è intervenuto Fabio Ciciliano, dirigente medico della polizia e membro del Comitato Tecnico Scientifico di cui è segretario. «Sì, ogni giorno si può effettuare soltanto una visita e si può rimanere anche a dormire. L’uscita per il ritorno a casa è consentita dalle 5 alle 22 tutti i giorni e il 1 gennaio 2021 dalle 7 alle 22″, ha dichiarato Ciciliano. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

E ancora: “Chi ha genitori entrambi non autosufficienti, può portarli nella stessa vettura. In questo caso non ci sono limitazioni. È solo necessaria l’autocertificazione da esibire in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine”. Per quanto riguarda l’autocertificazione non si è tenuti a indicare il nome delle persone che si vanno a trovare ma solo l’indirizzo di arrivo. Questo in virtù della difesa della privacy.

“Cosa succede dal 7 gennaio”. Covid, Pregliasco spegne la speranza: “Sarà difficile”