Cena e pranzo di Natale in sicurezza: i 4 errori da non commettere per evitare il contagio

Scatta la zona rossa in tutta Italia, con le restrizioni sugli spostamenti e i divieti definiti nel decreto di Natale, misure e regole adottate per fronteggiare i rischi legati alla diffusione del Coronavirus. Da oggi, dunque, vigilia di Natale, fino al 27 dicembre, e poi il 31 dicembre e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021, il Paese si troverà in uno scenario di massima gravità caratterizzato da un livello di rischio alto (scenario di tipo 4).

Attenzione per le riunioni familiari anche tra poche persone. Secondo un rapporto dell’Oms dello scorso febbraio indicava che almeno in due province cinesi il virus si era propagato nell’85% dei casi all’interno delle famiglie, e uno studio cinese ha stabilito che una persona infetta contagia in media il 30% dei familiari. Lo ricorda su ‘Nature’ Stefania Boccia, ordinario di Igiene all’Università Cattolica, campus di Roma. Per questo motivo questo dovrà essere un Natale diverso, perché non possiamo farci travolgere da una terza ondata pandemica, che rischia di essere la più grave di tutte. Allora sarà necessario evitare errori e seguire delle semplici regole per trascorrere un Natale a prova di Covid. (Continua a leggere dopo la foto)


Errore numero 1 – Non far areare la casa. Quando si soggiorna in un ambiente per più di un’ora, l’aria comincia a ‘saturarsi’ perché ristagna all’interno. È necessario tenere aperte le finestre creando una piccola corrente. Il contagio avviene per via aerea e, in un ambiente chiuso, come il soggiorno di casa, man mano che passa il tempo diventa sempre più probabile il contagio per via aerea. Fondamentale dunque il ricambio d’aria. (Continua a leggere dopo la foto)

Errore numero 2 – Maggiore è il tempo di esposizione al virus, maggiore sarà il rischio di contrarre l’infezione. Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana malattie infettive (Simit), ha spiegato oggi ad Agorà di “non indugiare” troppo “e restare seduti il meno possibile, ovvero mangiare più rapidamente, evitando di stare per ore intorno alla tavola, come spesso avviene a Natale”.

Errore numero 3 – Non lavarsi le mani prima di sedersi a tavola. Le mani vanno lavate molto bene con acqua e sapone liquido (assolutamente non con la saponetta) e successivamente asciugate con la carta (non utilizzare l’asciugamano degli ospiti). (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Errore 4 – Non indossare la mascherina. Per trascorrere un Natale più sicuro possibile è necessario indossare quanto più possibile la mascherina quando ci troviamo con persone con le quali non conviviamo. Ma attenzione a indossarla correttamente: deve essere completamente aderente alla radice del naso e alla parte inferiore al mento. Va rimossa solo al momento di sedersi a tavola e, al termine del pasto, va subito indossata di nuovo.

Stefania Orlando e Samantha De Grenet, colpo di scena: cosa è successo nelle ultime ore al GF Vip

Pubblicato il alle ore 11:05 Ultima modifica il alle ore 11:06