“C’è un buco di 3 ore”. Bimbo morto dal balcone, cosa emerge dalle ultime indagini

Napoli piange la scomparsa del piccolo Samuele, il bambino caduto dal balcone e morto nel pomeriggio di venerdì. Nella mattinata di oggi sono arrivate le prime dichiarazioni dell’avvocatessa di Mariano Cannio, il 38enne accusato di avere ucciso il piccolo, Mariassunta Zotti: “Non intendo riferire dettagli sulle dichiarazioni rese dall’assistito, sono coinvolte famiglie che stanno soffrendo e non intendiamo speculare su questa triste vicenda”. A quanto riportano alcuni quotidiani, l’uomo avrebbe fatto delle parziali ammissioni su quando successo.


Intanto c’è attesa per la decisione che prenderà il gip Valentina Gallo riguardo la sorte dell’uomo che è affetto da problemi psichici. Le indagini della Procura di Napoli, condotte dal pm Barbara Aprea, si concentrano proprio sui medicinali. Sempre a quanto si apprende, nelle prossime ore sarà ascoltato il medico curante di Mariano Cannio che, avrebbe cambiato, di recente, una vecchia cura, assumendo nuovi medicinali.

Samuele Gargiulo caduto dal balcone Napoli


Tante, ancora, i dubbi e le zone d’ombra sul caso. Tra questi anche un ‘buco’ di almeno tre ore nel pomeriggio della tragedia. Samuele sarebbe caduto dal balcone di casa sua intorno alle 13. Pochi minuti dopo, attirata delle urla delle persone che affollavano la via, mamma Carmen, incinta all’ottavo mese, si era accorta di quanto successo.


Samuele caduto dal balcone Napoli


Nello stesso momento un uomo esce dal palazzo teatro della tragedia come se niente fosse. “Un uomo, di cui nessuno aveva notato la presenza in quel momento. Un fatto anomalo, considerando che negli edifici storici di via Foria tutti si conoscono e la comunità è sempre abbastanza vigile su ciò che accade nel territorio”, scrive il Mattino.

Samuele Gargiulo bimbo precipitato video mamma abbraccia


Solo in un secondo momento, la madre del piccolo Samuele aveva accennato alla presenza in casa del domestico. Un dettaglio importante, ma compatibile con lo stato di choc vissuto dalla donna. Di fronte ai tanti dubbi, ci sono poche certezze. Ecco quali: il bambino non ha mai urlato e Mariano Cannio si è allontanato dalla casa senza avvisare la mamma.

Pubblicato il alle ore 15:34 Ultima modifica il alle ore 20:09