“È una strage”. L’auto si ribalta nel cuore della notte: morti due 24enni. Gravi due ragazze

Un gravissimo incidente stradale è costato la vita a due studenti 24enne, è successo poco dopo le 4 di stamani all’altezza della rotonda detta di Casavatore. Sul posto è intervenuto il Reparto di Infortunistica Stradale della Polizia Municipale di Napoli, guidata dal Comandante Antonio Muriano. Le vittime si chiamavano Alessandro Boccia e Riccardo Iervolino di 24 anni di Ottaviano: hanno perso la vita sul colpo. Inutili i soccorsi e ogni tentativo di salvar loro la vita.


Nell’auto, insieme alle due vittime, viaggiavano anche due ragazze, anch’esse della provincia di Napoli, rispettivamente di 22 e 24 anni, sono state trasportate in ospedale; una al Cardarelli in prognosi riservata e l’altra a Frattamaggiore in codice giallo. Ancora da chiarire la dinamica. Secondo le prime ricostruzioni, i giovani avrebbero perso il controllo del veicolo per motivi ancora da accertare. L’auto si sarebbe a quel punto capovolta e i due giovani che erano sui sedili davanti sarebbero stati catapultati fuori dall’abitacolo attraverso il vetro del parabrezza, schiantandosi contro un muro davanti.

incidente Napoli

Incidente Napoli, il dolore del sindaco di Ottaviano

Le due ragazze, invece, sono rimaste incastrate sul sedile posteriore e sono state salvate poi dai vigili del fuoco di Napoli. La notizia diffusa questa mattina ha sconvolto Napoli e la sua provincia. A parlare è il sindaco di Ottaviano, paese d’origine dei due ragazzi, Luca Capasso. “È una domenica tristissima per Ottaviano. Nella notte due giovani nostri concittadini hanno perso la vita in un incidente stradale a Casavatore”.


ambulanza


“Alessandro e Riccardo erano due studenti di appena 24 anni, due bravi ragazzi ai quali è stato sottratto il futuro da un destino assurdo. La comunità ottavianese è vicina alle loro famiglie. Da padre posso immaginare quanto può essere forte il dolore dei genitori in questo momento e so che ogni parola è superflua”.

pronto soccorso


Quindi conclude: “Nel silenzio e nella preghiera comunichiamo loro tutto il nostro affetto e la nostra vicinanza. Preghiamo, inoltre, per i feriti ricoverati in ospedale. Il giorno dei funerali, a Ottaviano sarà proclamato il lutto cittadino”. Si tratta solo dell’ultimo incidente nei pressi di Napoli. A pagare il conto sono ancora dei giovanissimi.

Pubblicato il alle ore 16:22 Ultima modifica il alle ore 16:22