Malore in spiaggia, uomo muore tra le braccia del cognato. Inutili i soccorsi

Tragedia questa mattina (giovedì 17 giugno) in spiaggia, quando un uomo di 59 anni ha avuto un malore ed è morto tra le braccia del cognato. La tragedia si è consumata poco dopo le 10 sul litorale della località turistica.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 con ambulanze e vista la drammaticità della situazione l’eliambulanza del Suem, il Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza Medica. Il velivolo giallo ha sorvolato la zona per raggiungere la frazione che è particolarmente ardua da avvicinare via terra.

morto spiaggia caorle

I sanitari arrivati sul posto hanno tentato di rianimare l’uomo colto da malore ma per lui non c’è stato nulla da fare. Il decesso è stato constatato poco dopo l’intervento. La tragedia si è consumata a Brussa, frazione di Caorle, in provincia di Venezia, e la vittima aveva 59 anni ed era di San Giorgio di Nogaro (Udine).


morto spiaggia caorle

L’uomo si era recato sul posto per prendere il sole insieme ai suoi familiari, quando Improvvisamente ha iniziato a sentirsi male e in pochi minuti il suo cuore ha cessato di battere. Come detto i tentativi dello staff medico del 118 sono stati inutili.

Lo scorso anno un albergatore veronese, Bruno Cristinini, ha perso la vita nella stessa spiaggia, all’altezza della torretta 32 in zona piazza De Gasperi. L’87enne residente a Lazise si trovava nella località balneare, lungo il litorale di Ponente, per trascorrere un periodo di vacanza ed era stato colto da un arresto cardiocircolatorio.

Pubblicato il alle ore 18:39 Ultima modifica il alle ore 18:39