Bruno Piattelli, è morto lo stilista pilastro del bello

Lutto nella moda italiana, addio a uno dei pilastri del bello: “Sei stato il primo…”

Il grande maestro è scomparso lasciando una immensa voragine nel mondo del fashion system. Il designer è morto all’età di 94 anni. Lo stilista ha avuto il grande merito di far conoscere la qualità del made in Italy in giro per il mondo.

A lui si riconosce l’atto pionieristico di far sfilare anche i maschi in passerella. Stiamo parlando di Bruno Piattelli, nato a Roma, luogo in cui ha frequentato la scuola e l’università. Dopo aver terminato il periodo di studi ha iniziato a lavorare con il padre presso l’atelier di piazza San Silvestro a Roma.

Proprio per merito del suo savoir-faire ha da sempre ottenuto importanti collaborazioni con grandi marchi appartenenti alla moda mondiale. Si è occupato di ideare diverse capsule per la Nazionale italiana alle Olimpiadi di Messico 1968 e Atlanta 1996, così come per l’equipaggio della Dunhill of London, personale di terra di Alitalia e delle hostess della Zambia Airlines.


Bruno Piattelli, è morto lo stilista pilastro del bello

Il maestro Pittelli ha vestito personaggi importanti del cinema italiano. Da Nino Manfredi ad Alberto Sordi, passando per Ugo Tognazzi, Gina Lollobrigida e Virna Lisi. Poi il grande schermo, che lo ha fortemente desiderato anche fuori dai confini nazionali: Michel Piccoli, Richard Jonson, Mickey Rooney, Costa George Segal e Orson Welles si sono affidati all’eleganza del maestro Bruno Piattelli.

Pubblicato il alle ore 08:52 Ultima modifica il alle ore 08:53