Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Scudetto del Napoli, la tragedia dopo la vittoria e i festeggiamenti: morto a 26 anni

  • Italia
Sparatoria durante la festa per lo scudetto del Napoli: un morto

Una festa che si è trasformata in tragedia. È questo quello che è successo per un ragazzo di 26 anni che è morto a seguito di una sparatoria durante i festeggiamenti dello scudetto del Napoli. È successo tutto nel capoluogo partenopeo, proprio mentre la città era in visibilio per lo scudetto numero 3 della squadra campana. Ma prima di parlare di questo c’è da dire che non è stato l’unico incidente della serata, solo il più grave. Anche a Udine, poco dopo il triplice fischio dell’arbitro è accaduto quello che non doveva proprio accadere.

Quando infatti i tifosi del Napoli hanno fatto la solita invasione di campo, tipica di ogni scudetto all’italiana, alcuni facinorosi della curva rivale hanno deciso di far “rispettare il campo” ai tifosi bianco-blu a forza di cinghiate e pugni. C’è inoltre da dire che la Dacia Arena, ovvero lo stadio di Udine, è un campo in cui non sono state installate particolari protezioni che impediscano agli spettatori di scendere in campo.

Leggi anche: Scudetto del Napoli, annullati i festeggiamenti: cosa è successo nella città vicina

Sparatoria durante la festa per lo scudetto del Napoli: un morto


Sparatoria durante la festa per lo scudetto del Napoli: un morto

Un po’ come avviene nei campi inglesi e non solo, dove la sicurezza la fa da padrona. È per questo, ma sarebbe comunque stato inutile qualsiasi altra protezione o blocco d’altronde, che i napoletani hanno invaso senza indugio il campo da calcio. Chiaramente dopo gli scontri sono dovuti intervenire i celerini in tenuta antisommossa. Le forze dell’ordine hanno prima hanno spinto la curva dell’Udinese verso l’esterno e hanno fatto lo stesso con i tifosi partenopei.

Sparatoria durante la festa per lo scudetto del Napoli: un morto

Tristissimo il sindaco della città, Alberto Felice de Toni, e anche dell’ex sindaco e attuale consigliere regionale Furio Honsell: “Era una bella festa, peccato per pochi scalmanati che hanno rovinato tutto in pochi minuti”. Ritornando invece al ragazzo di 26 anni morto durante le festività, c’è da dire che il giovane ha perso la vita dopo essere trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli.

Sparatoria durante la festa per lo scudetto del Napoli: un morto

Come dicevamo il ragazzo è rimasto coinvolto in una sparatoria ed è stato colpito da un colpo che non gli ha lasciato scampo. In tutto sono state quattro le persone colpite, lo fa presente una nota della Questura. Uno dei quattro, appunto questo 26enne, è poi deceduto in ospedale dove era arrivato in gravi condizioni. Ancora nessuno sa con precisione cosa sia successo e perché.

Leggi anche: “Ecco di chi è quel sangue”. Madonna di Trevignano, la rivelazione choc a Chi l’ha visto


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004