Viviana e Gioele, è successo a un anno dal ritrovamento dei corpi. Il dolore di Daniele Mondello: “Solo la verità”

Morte di Caronia, i funerali di Viviana e del piccolo Gioele a distanza di 15 mesi dal ritrovamento dei corpi. Un ultimo addio al Duomo di Messina per Viviana Parisi e Gioele Mondello, la deejay di 41 anni e del figlioletto di 4, trovati morti nei boschi di Caronia. Sulla drammatica vicenda a chiedere “verità e giustizia” è Daniele Mondello, marito e padre delle vittime.

“All’inizio di questa vicenda il mostro ero io: oggi sappiamo che Viviana, esattamente come mi aveva detto, fosse uscita di casa solo per comprare un paio di scarpe a Gioele. Oggi qualcuno, a Caronia, festeggia ma verità e giustizia sono stelle che nessuna menzogna può oscurare. Sulle responsabilità dei vigili del fuoco, giorno 23 ottobre, ho presentato autonoma denuncia”, ha affermato Daniele Mondello.

Viviana Parisi Gioele Mondello funerali duomo Messina

Appello dopo appello, Daniele ha continuato a chiedere verità sulla drammatica vicenda che ha coinvolto i suoi due amori più grandi, la moglie e il figlioletto. La cerimonia del funerali è frutto della decisione mossa dalla famiglia, a distanza di poco tempo dall’archiviazione decisa dal gip di Patti, Eugenio Aliquò, a sostegno della richiesta del procuratore Angelo Vittorio Cavallo. Alla luce di quanto emerso fino a questo momento, Viviana si sarebbe uccisa dopo avere ammazzato il figlio.


Viviana Parisi Gioele Mondello funerali duomo Messina

“Secondo i consulenti degli opponenti dal criminologo Carmelo Lavorino e dal medico legale Antonio Della Valle – scrive il gip Aliquò – Viviana e Gioele sarebbero precipitati (caduti o lanciati ancora non si sa) dentro un invaso (un pozzo o una cisterna) con mezzo di acqua sul fondo e sarebbero morti per asfissia. Quindi, non vi sarebbe stata alcuna uccisione del piccolo Gioele da parte di Viviana, alcun suicidio o lancio dal traliccio da parte di quest’ultima”.

Viviana Parisi Gioele Mondello funerali duomo Messina
Viviana Parisi Gioele Mondello funerali duomo Messina
Viviana Parisi Gioele Mondello funerali duomo Messina

Al contempo, le osservazioni mosse dai consulenti di Mondello sembrano procedere su piste differenti: “In realtà si tratta di un’abile messinscena organizzata da una combinazione criminale motivata e coinvolta tramite la traslazione dei cadaveri in zone sensibili proprio per inscenare il suicidio o la disgrazia ed allontanare da sé ogni responsabilità – Viviana e il piccolo sono precipitati (caduti o lanciati ancora non si sa) nel bosco di Caronia all’interno di un invaso con circa 50 cm d’acqua sul fondo: un pozzo, una cisterna, un contenitore profondo 3-4-5 metri. I due sono precipitati contemporaneamente”.