Meteorite precipita in Italia, il video che cattura il momento. “Ecco dov’è caduto. Cosa fare se lo trovate”

Meteorite precipita in Italia, e ora è ‘caccia’ ai frammenti. Secondo quanto riporta lo studio dei ricercatori di Rete Prisma, coordinati dall’Istituto nazionale di astrofisica, dopo una serie di calcoli svolti negli ultimi giorni in seguito all’apparizione di un bolide nei cieli dell’Italia centromeridionale il luogo sarebbe stato già individuato.

Come spiegano gli studiosi, il piccolo corpo celeste è entrato nell’atmosfera a una velocità di circa 50 mila chilometri all’ora ed è stato visibile per soli 5,3 secondi, quando è diventato brillantissimo bruciando nell’atmosfera. L’allarme era scattato quando sono arrivate numerose segnalazioni e alcuni video hanno iniziato a circolare sui social. Gli eventuali frammenti più piccoli, “che potrebbero avere dimensioni fra i 2 e i 4 cm, sarebbero caduti alcuni km più a sud in una zona impervia e boscosa, quindi molto difficili da recuperare”, hanno spiegato gli esperti della Rete Prisma. (Continua a leggere dopo la foto)


Il fatto si è verificato la sera del 15 marzo in Molise, precisamente nella provincia di Isernia. Il meteorite, di quasi un chilo, sarebbe atterrato in località Temennotte, nel comune di Sant’Agapito. Gli esperti dell’Istituto nazionale di astrofisica avrebbero localizzato la zona dopo aver analizzato i filmati che mostrano il bolide alle 20,57 di lunedì scorso attraversare il cielo. Oltre al Molise, numerose segnalazioni sono arrivate anche da residenti nel centro-sud e in particolare fra la Campania e il Lazio. (Continua a leggere dopo la foto)

Rete Prisma afferma che i dati presi in esame per la triangolazione sono quelli ottenuti dalla camera Prisma di Capua e di altre due camere, appartenenti alla rete IMTN di Tortoreto e alla sezione di Caserta dell’Associazione Arma Aeronautica. “Dall’incrocio dei dati – si legge sul sito della Prima Rete per la Sorveglianza sistematica di Meteore e Atmosfera – risulta che il piccolo corpo celeste è entrato in atmosfera a una quota di circa 80 km e ha proseguito per una lunghezza totale di 61 km percorsi in 5.3 secondi con una inclinazione di 84°, una traiettoria quasi verticale”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

E ancora: “L’altezza e la velocità finale è risultata, rispettivamente di 19,8 km e di soli 2,8 km/s, valori che depongono a favore per l’arrivo al suolo di un meteorite con massa stimata di circa 1 kg (un meteorite di circa 8 cm se la densità è di 3.5 g/cm3)”. Ma la Rete Prisma ha lanciato anche un messaggio ai cittadini, chi dovesse ritrovare un sasso sospetto nella zona indicata, “ricoperto da una patina scura e con gli angoli smussati”, deve scattare una foto inviandola a prisma_po@inaf.it. frammento, poi ha dato qualche informazione su come raccogliere i frammenti.

Sul sito si legge: “Raccogliete il meteorite usando un foglio di carta, avvolgetela in un panno di cotone, riponetela in un vaso pulito di vetro, inserite il vaso in un altro vaso a chiusura ermetica e con ‘assorbi umidità'”.

 

“Adesso basta!”. Non è l’Arena, Massimo Giletti costretto ad alzare la voce con l’ospite: “Non me ne frega niente”