Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
miracolo san gennaro suspense

Miracolo di San Gennaro, fedeli preoccupati: cosa è successo durante il rito

  • Italia

Miracolo di San Gennaro, con suspense. Nella giornata di oggi, venerdì 16 dicembre, il miracolo di San Gennaro si è compiuto alle 10:56 di mattina. Si è trattato del terzo evento dell’anno, il cosiddetto miracolo laico, dopo i prodigi del 19 settembre e quello della prima domenica di maggio. La Santa Messa è stata officiata da monsignor Vincenzo De Gregorio, abate prelato della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro. Poi, intorno alle 10, l’ampolla contenente il sangue del Santo è stata scoperta.

Ma in un primo momento il sangue di San Gennaro non si è sciolto generando un lungo momento di apprensione nei fedeli. A quel punto l’ampolla è stata posizionata sull’altare e qui sarebbe dovuta rimanere fino alle 12 e 30. Quindi sarebbe stata di nuovo chiusa in cassaforte e alle 16:30 ci sarebbe stata la nuova apertura. Ma proprio sull’altare, finalmente, il sangue si è sciolto alle 10:56. Ovviamente il prodigio è stato seguito dall’ovazione dei fedeli presenti.

Leggi anche: “Ha donato gli organi”. Stella, morta in un incidente mentre va a conoscere il nipotino appena nato

miracolo san gennaro suspense


Il miracolo di San Gennaro e il monito di monsignor De Gregorio

Durante la messa, andata in onda su Canale 21, monsignor Vincenzo De Gregorio ha invitato i fedeli a non essere superstiziosi. In caso di mancato scioglimento del sangue del Santo, infatti, la scaramanzia prevede sventure e cattive notizie. Pensieri che devono aver attraversato la testa di più fedeli che in un primo momento avevano temuto il peggio.

miracolo san gennaro suspense

Come detto alle 16 e 30 è prevista la nuova apertura dell’ampolla per verificare se il sangue di San Gennaro sia liquefatto o meno. Alle 18 e 30, invece, presso il Duomo di Napoli, è prevista la Santa Messa con il personale del reparto di Ematologia dell’ospedale Cardarelli.

Il miracolo laico di San Gennaro del 16 dicembre, il terzo e ultimo dell’anno, celebra il ricordo del prodigio compiuto dal patrono della città il 16 dicembre del 1631. Quel giorno un eruzione del Vesuvio travolse le città della costa. La lava stava per arrivare a Napoli, così alcuni fedeli portarono in processione il sangue e il busto di San Gennaro fino alle porte orientali della città. La tradizione vuole che il Santo abbia fermato la lava.

Meteo Italia, caldo record a dicembre in alcune regioni: le previsioni


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004