Orrore in casa, uccide il fratello a coltellate davanti alla madre: polizia e 118 sul posto

Ha ucciso il fratello madre al culmine di una lite probabilmente scoppiata per motivi economici. Secondo le prime informazioni, l’omicidio è avvenuto alle 3.30 tra venerdì 18 e sabato 19 giugno a Milano, precisamente nella palazzina d’angolo tra viale Aretusa e via Civitali, in zona San Siro. L’uomo di 43 anni avrebbe colpito il fratello maggiore, incenzo Ciconte, 47 anni, nel corso di una violenta colluttazione all’interno della loro abitazione.

Anche il 43enne è rimasto gravemente ferito, tanto da essere stato trasportato in codice rosso al Policlinico di Milano. Sul posto sono subito intervenuti gli agenti della polizia, i colleghi della Scientifica e della Squadra mobile, che stanno indagando per ricostruire la dinamica dell’omicidio e il contesto familiare all’interno del quale è maturato il delitto.

Dalle prime indiscrezioni pare che dietro l’aggressione ci sarebbe una questione di soldi. Il presunto assassino, pregiudicato come il fratello ucciso, è piantonato in ospedale dalla polizia. L’uomo è rimasto ferito nella colluttazione e ricoverato in gravi condizioni di salute.


La vittima avrebbe fatto un’insistente richiesta di soldi alla madre e da lì sarebbe stata scattata la violenta colluttazione tra di due fratelli. Gli investigatori della Omicidi della Squadra mobile, guidati dal dirigente Marco Calì e dal vice Alessandro Carmeli, stanno indagando per ricostruire l’esatta dinamica.

Lo scorso marzo a Milano una mamma di 41 anni ha ucciso sua figlia, una bimba di 2 anni. La donna ha provato a togliersi la vita tentandosi di uccidersi con un coltello, procurandosi delle ferite, ma non gravi ed è stata ricoverata in codice giallo all’ospedale di Magenta (Milano).

Pubblicato il alle ore 11:25 Ultima modifica il alle ore 11:25