meteo week end caldo

Meteo Italia, sarà un weekend bollente. Torna il caldo africano: le regioni più colpite

Negli ultimi giorni gli italiani sono tornati a respirare. Le temperature si sono notevolmente abbassate e diversi temporali hanno bagnato quasi tutta la penisola. Presto, però, la situazione cambierà. Con l’imminente fine settimana l’anticiclone africano Lucifero tornerà a surriscaldare gran parte delle regioni italiane. Il team del sito www.iLMeteo.it informa che sabato e domenica saranno due giornate in prevalenza soleggiate e molto calde.

Soltanto domenica sono previsti dei temporali pomeridiani sull’arco alpino, segno di un successivo cambio del tempo. Le temperature saliranno fino a superare i 34-35°C. La regione più calda risulterà la Sardegna dove nelle zone interne meridionali si potranno toccare addirittura 37°C, 36°C invece in Emilia (bolognese, ferrarese), 35 in Veneto (rodigino, veronese), Lombardia (pavese, mantovano), in Puglia (tarantino), Sicilia (Agrigento e Siracusa) e Basilicata (materano ionico) e 34°C su Lazio, Toscana, Umbria e Marche (Firenze, Roma, Perugia, Macerata).

meteo week end caldo

La presenza dell’anticiclone, tuttavia, avrà vita breve quanto meno al Nord, infatti da lunedì l’arrivo di aria più fresca in quota di origine nordeuropea favorirà la genesi di forti temporali che dal Triveneto si porteranno verso l’Emilia Romagna e la Lombardia per poi scendere nella giornata di martedì anche alle Marche e all’Umbria.


meteo week end caldo

In particolare venerdì 20 agosto – Al nord: temporali sulle Alpi del Triveneto e sull’Appennino emiliano. Al centro: temporali sugli Appennini. Al sud: temporali o rovesci sui rilievi. Sabato 21 – Al nord: sole e caldo. Al centro: tutto sole e caldo. Al sud: lievemente instabile sulla Calabria, tanto sole altrove.

Domenica 22 agosto – Al nord: soleggiato e caldo, ma scoppieranno temporali pomeridiani sulle Alpi. Al centro: soleggiato e caldo. Al sud: sole prevalente. Da lunedì temporali dal Nord verso il Centro.

caffeina by adnkronos
www.adnkronos.it

Pubblicato il alle ore 16:06 Ultima modifica il alle ore 16:06