Meteo, crollo termico e pioggia in arrivo. La situazione sul nostro Paese

Ancora pioggia e temporali, la primavera deve aspettare. Il quadro del meteo sull’Italia non cambia. Un centro depressionario posto nei pressi del Regno Unito continua a inviare perturbazioni atlantiche che provocano fasi di maltempo a tratti intense. Questa situazione durerà almeno fino al prossimo weekend. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che dopo un mercoledì con una residua instabilità al Nordest e un nuovo peggioramento entro sera al Nord.

Giovedì e venerdì saranno due giornate ancora molto instabili con rovesci temporaleschi che non solo interesseranno il Nord, ma venerdì colpiranno pure la Sardegna, il resto del Centro e a fine giornata anche il Sud. Infine la prima parte del weekend risentirà ancora della circolazione instabile ereditata nei giorni precedenti con piogge diffuse soprattutto al Sud. Le temperature subiranno un saliscendi da capogiro; in presenza di precipitazioni infatti i valori massimi potranno perdere parecchi gradi andando anche sotto i 17°C, invece quando il sole avrà la possibilità di splendere maggiormente il caldo non si farà attendere con oltre 22-23°C di giorno.


Giovedì 13. Al nord: via via più piovoso e temporalesco. Al centro: qualche temporale tra Toscana, Umbria e Marche. Al sud: in prevalenza poco nuvoloso. Venerdì 14. Al nord: nuovo peggioramento su tutte le regioni. Al centro: peggiora dalla Sardegna verso il resto delle regioni. Al sud: peggiora in serata con temporali. Sabato ancora instabile, domenica soleggiata.

Nella seconda metà di maggio potremmo assistere a un consolidamento dell’Alta Pressione che andrebbe a impadronirsi – letteralmente – dell’intero bacino del Mediterraneo. Anticiclone Africano, sia chiaro, tant’è che le proiezioni termiche ci dicono che potrebbero esserci picchi di temperatura massima – nell’ultima settimana di maggio – superiori a 35°C in molte città d’Italia.

Lo ripetiamo, è un’ipotesi da non escludere e che dovremo tenere in debita considerazione. Tuttavia, giusto dirlo, qualora le depressioni atlantiche dovessero cambiare traiettoria non è da escludere una prosecuzione della variabilità atmosferica così come stiamo osservando da inizio stagione.

Ti potrebbe interessare: Meteo Italia, finalmente il bel tempo. Ma durerà poco: ecco dove e quando cambierà