Un masso piomba giù sulla strada, centrata in pieno un’auto. Un morto

La messa in sicurezza di strade e luoghi particolarmente trafficati è da sempre un tema molto ‘caldo’ in Italia. Il crollo del Ponte Morandi nell’agosto del 2018 non ha fatto che acuire la sensazione di emergenza in cui purtroppo sembrano molte arterie e infrastrutture del Paese. La tragedia che si è consumata nella mattinata di lunedì 8 febbraio è l’ennesima conferma di questa amara e triste situazione.

Siamo a Civo, Comune di poco più di mille anime in provincia di Sondrio, Lombardia. Qui un uomo stava transitando a bordo della sua automobile sulla strada provinciale 10 che si distende lungo la Costiera dei Cech, nei pressi del punto di raccolta comunale, tra le frazioni Caspano e Cevo. Improvvisamente un masso di grandi dimensioni si è staccato dal costone della montagna e ha travolto la macchina. Per il conducente non c’è stato nulla da fare. (Continua a leggere dopo la foto)


La tragedia è avvenuta in Valtellina, sulle Alpi Retiche: il masso ha schiacciato in modo violento e impressionante l’Audi su cui viaggiava l’uomo. Quest’ultimo è rimasto incastrato nell’abitacolo e, al momento dell’arrivo dei soccorsi, ovvero vigili del fuoco del distaccamento del distaccamento di Morbegno (Sondrio), dei carabinieri e della Croce Rossa di Sondrio, era già deceduto. Non sono ancora note le generalità del conducente rimasto schiacciato dal masso. (Continua a leggere dopo la foto)

È molto probabile che l’enorme sasso si sia staccato a seguito del maltempo che nelle ultime 24 ore ha interessato la Valtellina e la Valchiavenna. I carabinieri sono impegnati nella ricostruzione della dinamica dei fatti, anche se i dubbi sembrano non essere molti. I vigili del fuoco hanno rimosso sia il masso che la vettura travolta che si è diventata inesorabilmente una trappola di morte. (Continua a leggere dopo la foto)

Soltanto alcuni mesi fa, a settembre 2020, un’altra tragedia era stata sfiorata. Una frana si era abbattuta sulla strada proprio mentre stava transitando un’automobile con a bordo un barista residente a Bema. L’auto, un’Alfa Romeo 164, era stata travolta da un’ondata di sassi e il conducente, il 56enne Sergio Simonetta, se l’è vista davvero brutta. Decisamente più sfortunato, però, è stato l’automobilista che nella mattinata di lunedì 8 febbraio 2021 è stato travolto da un masso staccatosi da quella maledetta parete rocciosa.

“Morta dopo un volo di 70 metri”. Un incidente spaventoso, il corpo di Silvia in fondo al burrone