“Trovato senza vita”. Choc nella tv italiana per la morte del volto noto. Il cadavere a casa sua

Prati, è giallo in seguito alla drammatica scoperta nel rione romano. È stato trovato morto nel suo appartamento il regista italiano de LA7, Massimo Manni. L’ipotesi avanzata è quella di omicidio: accanto al cadavere dell’uomo, tracce di sangue. La scoperta del corpo è avvenuta dopo l’allarme lanciato da un familiare della vittima.

In quell’appartamento non molto distante da piazzale Clodio a Prati è successo qualcosa: le ipotesi avanzate al momento dagli inquirenti dopo la scoperta del cadavere del regista italiano televisivo ricondurrebbero a un caso di omicidio. Massimo Manni, 61 anni, è mancato all’appuntamento con la sorella, ma non si è presentato.

Prati Massimo Manni morto 61 anni omicidio ipotesi

Non era da lui venir meno a un impegno preso e nel giro di poche ore, il familiare lancia l’allarme. Inevitabile non partire dalla sua abitazione. Dopo l’allarme lanciato dai familiari, i poliziotti si sono recati presso l’abitazione del regista e non appena varcata la soglia di casa, hanno preso coscienza della morte del 61enne.


Prati Massimo Manni morto 61 anni omicidio ipotesi

Non solo il cadavere di Massimo Manni, ma anche tracce di sangue e un secondo indizio riscontrato fin da subito: la porta di casa. Non solo non era chiusa a chiave, ma nessun segno di scasso sulla serratura. Si apre la pista dell’omicidio.

Prati Massimo Manni morto 61 anni omicidio ipotesi
Prati Massimo Manni morto 61 anni omicidio ipotesi

Sul posto, dunque, anche gli esperti della scientifica, intenti a raccogliere quanti più indizi necessari sulla drammatica vicenda. Al contempo sulle cause del decesso, il pm di turno Francesco Saverio Musolino ha aperto un fascicolo, disponendo l’autopsia sul cadavere.

Pubblicato il alle ore 12:02 Ultima modifica il alle ore 12:02