Massimo Galli Vaccini Test

“Il vaccino non basta”. Covid, è Massimo Galli a lanciare l’allarme: “Ecco cosa serve davvero”

Il coronavirus in Italia sta diminuendo fortunatamente la sua potenza, grazie alla campagna di vaccinazione e alle misure restrittive alle quali gli italiani sono stati sottoposti per mesi. Ora però il direttore del dipartimento di Malattie Infettive dell’ospedale ‘Sacco’ di Milano, intervenuto alla trasmissione ‘Agorà’ su Rai3, ha voluto dire la sua sui vaccini e le sue dichiarazioni sono state accolte anche con un po’ di sorpresa. Le sue parole sono chiare e non hanno bisogno di molte interpretazioni per capirle.

Massimo Galli ha quindi affermato: “Da medico io non mi accontenterei su molte persone e soprattutto sui fragili e sui sovraesposti di avere il vaccino come panacea definitiva di tutti i mali: io devo anche sapere se hanno risposto al vaccino queste persone”. Ma non sono state le uniche affermazioni dell’esperto. Infatti, ha poi specificato in che modo si potrà sapere tutto questo e ha dunque aggiunto che l’obiettivo di un medico è comprendere proprio quanta efficacia ci sia stata col vaccino.

Massimo Galli Coronavirus Vaccini Test

Massimo Galli ha affermato ancora: “Per saperlo dovrei avere un’agilità nell’utilizzo dei test che non siano soltanto un patrimonio in mano ai privati. Io da medico voglio avere questa possibilità nel pubblico e garantita. Perché ho bisogno di sapere se il signore che ha un problema serio di immunodepressione ha risposto o no al vaccino per potermi regolare su cosa devo fare con lui. O se il collega X o Y ha risposto o no perché purtroppo una certa fetta di persone anche in perfetta buona salute può non aver risposto al vaccino”.


Massimo Galli Coronavirus Vaccini Test

Poi è stata la volta di Roberto Burioni: “Quello che mi secca (ma mi fa pure piacere in fondo) è che i no-vax saranno protetti grazie alle nostre vaccinazioni. Come gli evasori che vengono curati al pronto soccorso perché noi paghiamo le tasse”. E’ il tweet del virologo Roberto Burioni, docente dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, che condivide quanto emerso da uno studio sulla protezione dei non vaccinati pubblicato sulla rivista ‘Nature Medicine’. “Ma va bene così, non lamentiamoci!”.

Qualche settimana fa Massimo Galli si era voluto concedere una pausa: “Basta tv, per almeno 15 giorni ho da lavorare, studiare e fare altro. Ho deciso di togliermi di mezzo per un po’”. Insomma per lui era iniziato un periodo di silenzio stampa: “Quello che dovevo dire l’ho detto”. Ma ora è tornato nuovamente protagonista e sta rilasciando nuove importanti dichiarazioni.