Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Frontale sulla statale, i medici non sono riusciti a salvare Massimo: ferita una donna

  • Italia

Terribile schianto sulla statale 26 nei pressi di Romano Canavese, morto il 57enne Massimo Amerino. L’uomo, che risiedeva a Montalto Dora, stava andando a lavorare quando, per cause ancora da accertare, la sua auto si è scontrata con una Nissan Micra. La donna al volante della Nissan, una 67enne di Strambino, è stata trasportata in ospedale a Ivrea in condizioni non gravi. Per il 57enne, invece, originario di Candia Canavese, non c’è stato niente da fare.


È successo intorno alle 8 di ieri, 15 dicembre. Sul posto sono intervenuti i carabinieri delle stazioni di Strambino e Castellamonte, il 118, le squadre Anas e la polizia locale di Ivrea per la gestione dell’emergenza e per ripristinare la regolare circolazione stradale. La viabilità è tornata regolare dalle 14. La notizia della morta di Massimo Amerino si è diffusa immediatamente ovunque nella zona. Faceva il benzinaio ed era molto conosciuto.

incidente romano canavese



La morte di Massimo Amerino è l’ultima di una serie di tragedie. Nel pomeriggio di ieri aveva perso la vita un 28enne, Adriano Pinna. L’incidente si era verificato sulla statale 597, che collega le città sarde di Sassari e Olbia. Il punto esatto dell’impatto è avvenuto al chilometro numero 42, nelle vicinanze di Oschiri, un paese in provincia di Sassari. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri per i rilievi del caso.

incidente romano canavese


Adriano Pinna guidava una Ducati 999 S e si è schiantato contro una vettura. L’uomo alla guida, un pensionato originario di Olbia, non ha riportato ferite. Invece il giovane è caduto dalla moto ed ha terminato la sua corsa sulla corsia opposta. Nel 2020 sono stati registrati in Italia 118.298 incidenti stradali con almeno un ferito, in calo del 31,3% rispetto al 2020.

ambulanza


Nei sei anni precedenti il numero di scontri con lesioni fisiche si era mantenuto più o meno stabile tra i 177 mila e i 172 mila eventi. A perdere la vita nel 2020, entro 30 giorni dall’evento, sono state 2.395 persone, mentre i feriti sono stati 159.249: rispetto all’anno precedente il numero di vittime è calato del 24,5% e quello delle persone che hanno riportato danni fisici è diminuito di un significativo 34%. Ancora più significativa la variazione del numero di vittime rispetto al 2001, -66,2%.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004