Mariami Kokeladze morta

“Dolcissima e tenace”. Mari, morta a 18 anni. Il ricordo toccante delle sue insegnanti e della scuola

Si chiamava Mariami Kokeladze ed era una studentessa del liceo XXV aprile di Pontedera e prima era stata iscritta all’Itcg Fermi. La giovane aveva compiuto 18 anni a marzo, era originaria della Georgia ed è morta a causa di una grave forma di leucemia a Bientina, in provincia di Pisa. Veniva chiamata “Mari” da tutti e negli ultimi mesi ha combattuto con la malattia che gli è stata diagnosticata nel 2018. Si è spenta all’ospedale di Santa Chiara di Pisa.

La scuola le ha dedicato un messaggio: “Mariami Kokeladze, che ha iniziato le scuole superiori al Fermi, non ce l’ha fatta. Non fiori ma donazioni benefiche all’associazione Agbalt di Pisa. L’intero ricavato contribuirà alla creazione del nuovo Day Hospital”. Tra i tantissimi messaggi, anche quello di alcune insegnanti: “Mariami, dolcissima, brava studentessa e tenace guerriera per 2 anni, ora è un Angelo stupendo che veglia su tutti noi. I docenti della ex 1^ CE e tutti i suoi ex-compagni la ricorderanno per sempre con immenso affetto”.

Mariami Kokeladze morta

Mariami Kokeladze, il ricordo

E concludono: “Mariami Kokeladze, resterai per sempre nei nostri cuori”. Agbalt significa Associazione genitori per la cura e l’assistenza ai bambini affetti da leucemia o tumore. Volontari che spendono il proprio tempo libero e anche di più per sostenere famiglie alle prese con un dolore e con incombenze impossibili da comprendere fino a quando non arriva una diagnosi di un medico che stravolge l’esistenza.


Mariami Kokeladze morta

Un aiuto concreto quello che arriva dagli amici di Mariami Kokeladze, che punta a creare ulteriori strutture dopo quelle costruite grazie ai fondi raccolti come L’isola dei girasoli e Il villaggio del sorriso. Nel primo caso si tratta di un residence pensato per ospitare le famiglie a medio e lungo termine, che comprende 12 appartamenti da 60 metri quadri ciascuno con salotto cucina, bagno, camera con 3 posti letto, terrazza e salotto comune.

Mariami Kokeladze morta

“La nostra missione è far sentire ogni bambino in famiglia, per questo motivo al quarto piano è presente un’ampia sala ludica di circa 85 metri quadri, dove poter giocare in compagnia – dicono dall’associazione –. Al piano terra si trovano sia l’appartamento del portiere, che i nostri uffici e la sala riunioni, per uno spazio complessivo di 190 metri quadrati”.

Pubblicato il alle ore 07:39 Ultima modifica il alle ore 07:39