Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Marco Celotto morto motocross

“Il dramma durante la Vigilia”. Lutto nello sport, Marco muore a 24 anni davanti al padre e alla sorella

  • Italia

Una Vigilia di Natale tragica per una famiglia trevigiana. Nel pomeriggio del 24 dicembre, poco dopo le 16, ha perso la vita il 24enne di San Polo di Piave, ma residente a Motta di Livenza, Marco Celotto, che era impegnato su una pista da motocross ad Aquileia. Il giovane, grande appassionato di motori, si stava esercitando sotto gli occhi del papà, che lo seguiva come sempre nei suoi salti. Ma è stato l’ultimo salto ad essergli fatale. Marco stava facendo pratica sul circuito del Las Vegas Park.

Una caduta durante un allenamento di motocross ha provocato la morte diMarco Celotto, di San Polo di Piave. Il ventiquattrenne stava girando sulla pista in terra battuta davanti agli occhi del padre e della sorella, che l’avevano accompagnato. Ad un certo punto ha perso il controllo della moto ed è caduto in modo rovinoso. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime e non hanno avuto esito i tentativi di rianimazione da parte dei sanitari intervenuti sul posto. Sull’episodio stanno svolgendo accertamenti i carabinieri della compagnia di Palmanova.


Tra l’altro, Marco Celotto era tra i migliori piloti triveneti ed era reduce da una stagione piena di soddisfazioni. A testimoniarlo il suo profilo Instagram, pieno di trionfi e gioia. Marco Celotto faceva parte del team H-GAR, gruppo di appassionati che si ritrova nell’impianto di Aquileia, uno dei più noti di quest’area. Come abbiamo detto, le condizioni del ragazzo sono apparse subito molto gravi agli operatori sanitari del 118, che hanno provato a lungo rianimarlo senza riuscire a metterlo in salvo.

Sempre nella zona di Treviso e sempre la vigilia di Natale, un altro terribile incidente ha spezzato la vita ad un giovane, oltre aMarco Celotto. Si tratta di della 30enne Margherita Lotti, a San Vendemiano. Intorno alle ore 1.50, infatti, la ragazza è rimasta in panne con la sua Citroen C3 ed è stata costretta ad accostare dopo avere azionato le quattro frecce.

Poco dopo è sopraggiunta dalla stessa direzione di marcia un’Alfa Romeo Stelvio condotta da un 53enne di Conegliano, che, non accorgendosi della Citroen in sosta, l’ha tamponata. Per effetto del violento urto la giovane, che si trovava di fronte alla macchina, è stata sbalzata a circa 20 metri oltre il guard rail del cavalcavia, in un fossato laterale alla carreggiata e privo di acqua morendo sul colpo. Due terribili morti, la sua e quella diMarco Celotto.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004