Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Mandragora al posto di spinaci intossicati

Mandragora tra gli spinaci, diversi ricoverati per intossicazione in Italia

  • Italia

Mandragora al posto di spinaci. Per questo motivo 10 persone, appartenenti a 3 distinti nuclei familiari, sono finite all’ospedale. Secondo il bilancio tracciato dall’Asl Napoli 2 Nord, gli intossicati avrebbero ingerito verdura, probabilmente velenosa, acquistata in diversi negozi nei comuni di Quarto e Monte di Procida.

I sintomi confermati da tutte le persone finite all’ospedale sono allucinazioni e problemi gastrointestinal.i Una sintomatologia che sarebbe riconducibile alla “mandragora”, pianta che si sarebbe confusa con spinaci e bietola acquistata dagli intossicati. La Asl ha allertato tutti gli altri ospedali del territorio per eventuali arrivi di altri intossicati.

Leggi anche: “Chiamate un’ambulanza”. Malori e svenimenti, panico al villaggio vacanze: bimbo in ospedale

Mandragora al posto di spinaci intossicati


Mandragora al posto di spinaci: 10 persone intossicate all’ospedale

Tecnici della prevenzione sono in giro con Nas e Carabinieri di Pozzuoli per eventuali ritiri di verdura a scopo precauzionale. Quella finora sequestrata è verdura sfusa, quindi per quella confezionata non ci sono stati problemi. A questo proposito anche Peppe Pugliese, sindaco di Monte di Procida, con un post su Facebook ha invitato la popolazione ad avere la massima attenzione.

Mandragora al posto di spinaci intossicati

“A tutta la popolazione ad avere massima attenzione nell’ingerire verdure similari a biete e spinaci perché la mandragora si confonde molto facilmente, e a tenere sotto controllo i sintomi che possono essere: pruriti simili all’orticaria con midriasi, nausea, confusione fino al coma”, ha scritto il primo cittadino di Monte di Procida. Anche il primo cittadino di Pozzuoli Gigi Manzoni ha lanciato un’allerta chiedendo ai concittadini di non acquistare e consumare “verdure simili sfuse (spinaci, biete etc.).

Mandragora al posto di spinaci, l’appello dei sindaci – “Siamo vicini ai cittadini intossicati e ai loro familiari e seguiamo. Insieme alle forze dell’ordine ed alle autorità sanitarie, l’evolversi della situazione”, ha concluso. Invito rivolto anche agli abitanti di Bacoli, Monte di Procida, Monteruscello e Quarto. La mandragora è stata scambiata per spinaci o bietola e probabilmente lo scambio è stato fatto all’inizio della filiera, visto che il prodotto è stato poi acquistato da diversi acquirenti.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004