Mamma muore investita mentre va a prendere la figlia da scuola. Cristina aveva solo 39 anni

Dramma sulle strade italiane. Una mamma ha purtroppo perso la vita dopo essere stata centrata in pieno da un’automobile. La donna stava accompagnando la figlia a casa, dopo che la piccola era uscita dalla scuola elementare. E proprio nei pressi dell’istituto scolastico ha trovato la morte. La tragedia ha scosso un’intera città, nel dolore più profondo dopo aver appreso dell’accaduto. A prenderla in pieno è stata una Suzuki Swift. Immediato l’intervento dei soccorritori per provarla a salvare.

Sono infatti giunti il Suem del 118, insieme ad un medico e ad alcuni infermieri. Per tre quarti d’ora si è tentato disperatamente di aiutarla. Infatti, si è proceduto alla stabilizzazione della vittima, che aveva 39 anni, prima di trasferirla in ospedale. Nel nosocomio è arrivata in codice rosso, ma dopo alcune ore dall’incidente il suo cuore ha smesso di battere. Troppo gravi le ferite della mamma, che non è riuscita a superare le fasi più delicate e ha lasciato la bimba senza un genitore. (Continua dopo la foto)


La persona che è deceduta si chiamava Cristina Andreis e se n’è andata per sempre davanti ad una scuola della città di Verona, più precisamente in zona sud del capoluogo veneto. Il dramma si è consumato nel pomeriggio del 22 aprile, quando l’orologio riportava le 15.30. A riferire per primi la notizia è stato ‘Il Gazzettino’, il quale ha poi aggiunto ulteriori dettagli sulla vicenda. Infatti, è stato riferito che sul posto è poi sopraggiunta anche la polizia locale per i rilievi del caso. (Continua dopo la foto)

Cristina Andreis era originaria della Romania, ma viveva ormai da diversi anni a Verona. Gli agenti dei vigili urbani hanno anche fatto i consueti accertamenti sulle modalità che hanno portato all’investimento. Al momento l’autista che guidava la Suzuki è finito nel registro degli indagati perché accusato di omicidio stradale. Serviranno ulteriori approfondimenti per appurare cosa sia realmente accaduto. Nei prossimi giorni sicuramente ci sarà maggiore chiarezza sulla dinamica. (Continua dopo la foto)

Intanto, qualche ora fa è morta la giovane campionessa Silvia Piccini. Rimasta coinvolta in un incidente in bicicletta martedì scorso lungo la strada che da San Daniele del Friuli conduce a Rodeano, è morta nella serata di ieri in un ospedale di Udine. Ha lottato fino alla fine ma si è dovuta arrendere. Un destino beffardo che, per un caso assurdo, ha colpito nel giorno in cui un altro campione delle due ruote aveva perso la vita: Michele Scarponi.

“Addio Silvia”. Sport italiano in lutto, la campionessa è morta a 17 anni. Vittima di un brutto incidente in allenamento