Maltempo, domani arriva Attila. Sarà così “cattivo” come dicono?

Ottobre con la “faccia” di luglio. Tutti contenti ma è finita, almeno secondo gli esperti di meteo secondo i quali si passerà dall’estate all’inverno in appena due giorni. Dando ragione a quel “non esistono più le mezze stagioni”, tra le affermazioni più abusate degli ultimi anni. L’anticiclone “Cerbero” lascia il posto all’ingresso impetuoso del vortice artico “Attila” che da domani e giovedì porterà a un netto calo delle temperature, fino a 10 gradi in meno rispetto ai giorni scorsi, soprattutto la notte. Entro questa sera il tempo peggiora al Nordest, soprattutto sul Friuli Venezia Giulia con piogge diffuse e forte maltempo sulla Venezia Giuliapi. Piogge anche su parte della Lombardia e sul Veneto. Non si escludono dei temporali anche su queste due regioni. Altre piogge, ma molto deboli, interesseranno la Toscana settentrionale, la Liguria di levante e isolatamente le coste tirreniche di Campania e Calabria. Secondo Antonio Stanò, direttore del celebre ilmeteo.it, dunque, non abbiamo scampo: a spezzare improvvisamente il clima poco autunnale di questi giorni, sarà mercoledì la discesa artica di Attila, “una depressione che dal nord Europa valicherà le Alpi raggiungendo soprattutto le nostre regioni centrali e meridionali, dove farà sentire maggiormente i suoi effetti”.

(continua dopo la foto)


 

Attila porterà piogge sulle Marche, Abruzzo, Molise e gran parte delle regioni meridionali, anche con locali temporali, ma soprattutto attiverà impetuose correnti da Nord con venti anche di burrasca sul Tirreno e Mar di Sardegna. Calo netto delle temperature con un risveglio nella giornata di giovedì con soli pochi gradi sopra lo zero al Nord. La neve poi cadrà sugli Appennini a partire dai 1500 metri circa, sulle Alpi di confine a quote molto basse. E, per chiudere un quadro già allarmante per gli amanti di infradito e t-shirt, ci saranno anche venti impetuosi di bora fino a 100 chilometri orari.