Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Morto Roberto Gentile

“Se n’è andato”. Pubblico italiano sotto choc, il conduttore è morto a 55 anni

  • Italia

Piange la musica italiana, Roberto Gentile è morto a soli 55 anni: voce storica di Radio Subasio, lottava contro la malattia. A dare l’annuncio l’emittente che ha contribuito a rendere riferimento italiano. “Roberto Gentile, non è più tra noi. Mancherà tanto agli ascoltatori e a tutti noi di Radio Subasio perché come diceva sempre `noi siamo una famiglia” si legge nel messaggio diffuso dall’emittente radiofonica con sede ad Assisi.


“Ed è proprio vero. Anche lassù, farà risuonare il suo motto ‘andiamo a vincere’ che è anche il nostro, per non dimenticarci mai di lui” si legge ancora nel messaggio di cordoglio. Pochi giorni fa, Gentile ha voluto salutare il suo pubblico ringraziandolo per il grandissimo affetto che ha dimostrato nei suoi confronti. Tanti i messaggi arrivati per ricordare il conduttore.

Leggi anche: Lutto nel giornalismo, firma storica e ‘contro’ se n’è andato dopo una lunga battaglia

Morto Roberto Gentile


Morto Roberto Gentile, lo speaker di Radio Subasio aveva 55 anni: il dolore dei colleghi


Da volti noti della musica al Trio Medusa: “Ci ha lasciato troppo presto una persona meravigliosa. Addio a Roberto Gentile, averti conosciuto è stato un onore. Tre abbracci alla famiglia e agli amici più cari”. Particolarmente toccante il messaggio della cugina. “Caro cugino cialtrone, (anzi “cuggi”, come scrivevi tu) questo scherzo proprio non dovevi farmelo”.

Morto Roberto Gentile


E ancora: “Mi sono sempre sentita piccola vicina a te, tu eri il maestro della radio. Lo “spostato di @rairadio2 e il cialtrone di @radiosubasio”. Come farà l’altro cialtrone @stefano_pozzovivo senza di te? E i tuoi ascoltatori la mattina, come faranno? Tu mi dicevi, “la radio è nella nostra genetica”. Durante la pandemia, mentre ero in convalescenza dopo l’intervento, tu al telefono mi facevi ridere, mi allegerivi i dolori”.

Morto Roberto Gentile


Spiega ancora la cugina su Instagram: “Mi dicevi: “io nun c’ho n’cazzo da dì e non me ne frega niente di quello che dicono su sto clubhouse. Scomparirà presto. La radio non morirà mai”. Avevi ragione!
Non avrei mai immaginato, però, che saresti scomparso tu. Così presto. È un dolore troppo grande. Oggi la nostra famiglia ha perso un sorriso. La radio italiana ha perso una voce importante e vera. Abbiamo tutti perso un #capolavoro!”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004