Riccardo Benvenuti Morto Lutto Giornalismo

Giornalismo italiano in lutto. Un male incurabile se l’è portato via a 62 anni: “Ci mancherai tantissimo”

Lutto nel mondo del giornalismo italiano e dello sport. Se n’è andato una figura di spicco, che per tanti anni ha fatto compagnia a moltissima gente, che lo ha sempre apprezzato per le sue doti umane e professionali. L’annuncio più triste è arrivato purtroppo come un fulmine a ciel sereno. Il decesso è avvenuto all’età di 62 anni dopo aver avuto una malattia fulminante. Sono davvero innumerevoli gli attestati di stima nei confronti del giornalista, che ha lasciato un vuoto davvero enorme.

Così è stata data la notizia più brutta: “”Il nostro Riccardo ci ha lasciati! Tutti noi oggi siamo profondamente sconvolti dalla tragedia che ci ha privati troppo presto di una delle nostre colonne portanti. Un male, troppo forte anche per lui, lo ha strappato nella tarda serata di ieri all’affetto della Sua famiglia e al nostro. Non ci sono parole per descrivere quello che proviamo in questo momento, ma non possiamo non sottolineare che con lui perdiamo un amico, un fratello, un grande professionista”.

Riccardo Benvenuti Morto Lutto Giornalismo Italiano

Poi il comunicato è proseguito così: “Un grande professionista che nei trenta anni di instancabile collaborazione ha portato la sala stampa dell’Autodromo del Mugello ad essere quella casa accogliente e confortevole che tutti i giornalisti sportivi – dalla MotoGP alla F1, dai campionati nazionali a quelli internazionali – ben conoscono e apprezzano. La vicinanza che ciascuno di essi ci sta manifestando in queste, che sono le ore più dure, ben testimonia quanto fosse alta la considerazione riposta nei confronti del nostro Riccardo”.


Riccardo Benvenuti Morto Lutto Giornalismo Italiano

A perdere la vita è stato Riccardo Benvenuti, giornalista capo della comunicazione dell’autodromo del Mugello. Riccardo Benvenuti lavorava anche come corrispondente dell’agenzia di stampa giornalistica Ansa e del quotidiano ‘La Nazione’. Davvero in pochissimo tempo un brutto male si è portato via un uomo colto, che era davvero molto amato da tutti. Difficile trovare qualcuno che non sia rimasto sorpreso dalle sue doti professionali, che lo hanno reso un giornalista di grande spessore.

Il Mugello Circuit ha concluso così il comunicato: “Ci mancherà la sua forza, ci mancherà la sua gioia di vivere, ci mancherà il suo sorriso. Da oggi la sala stampa dell’Autodromo del Mugello sarà inevitabilmente più sola e più triste. Il nostro pensiero è ora rivolto alla moglie Cecilia e ai figli Chiara e Francesco, a cui idealmente ci stringiamo in un affettuoso abbraccio. Ciao Riccardo e stacci vicino da quel bel posto in cui ti troverai certamente adesso e – se puoi – fai il tifo per il tuo Mugello”.

Pubblicato il alle ore 17:45 Ultima modifica il alle ore 17:45