Luisa De Sanctis Morta Dottoressa Ospedale Ortona

Luisa non c’è più, è morta a 41 anni: lascia nel dolore il marito e la figlia

Un lutto ha sconvolto un’intera comunità italiana e anche l’ospedale in cui prestava servizio. La vita di Luisa si è interrotta troppo presto, all’età di 41 anni, e la medicina ha perso un’importante figura. Lavorava infatti come dottoressa ed era apprezzata da tutti, colleghi e pazienti. Dopo aver concluso gli studi, aveva deciso di specializzarsi nella scuola di specializzazione in Nefrologia. La morte è sopraggiunta a causa di una malattia, che purtroppo non le ha dato via di scampo e se n’è andata per sempre.

La 41enne ha lasciato nel dolore più profondo suo marito Luciano e la figlia Irene. L’ultimo saluto, con la celebrazione dei suoi funerali, si terrà nella giornata di sabato 30 ottobre a Pescara, a partire dalle ore 14.30, nel santuario della Madonna dei sette dolori. Pescara era infatti la sua terra di origine, sebbene lavorasse però altrove. Coloro che l’hanno conosciuta non hanno potuto fare altro che parlare bene di lei e tutti non riescono ad accettare che abbia lasciato così prematuramente la terra.

Luisa De Sanctis Medico Morta Malattia Pescara

A morire a 41 anni è stata Luisa De Sanctis, che lavorava come dirigente medico nella Dialisi dell’ospedale di Ortona. A raccontare la triste vicenda è stato per primo il sito ‘ChietiToday’. L’ultimo addio anche da parte della società calcistica del Pescara: “Il Delfino Pescara si unisce al lutto esprimendo il suo cordoglio per la prematura scomparsa di Luisa De Sanctis. Da parte del club la vicinanza al marito, Luciano D’Antogno, la figlia Irene e i parenti tutti”. Commovente la nota stampa dell’azienda sanitaria del luogo.


Luisa De Sanctis Morta Medico Ospedale Ortona

Questo il ricordo dei colleghi del reparto di Nefrologia e Dialisi Chieti: “Dottoressa indimenticabile per la sua gentilezza e allegria sia per i colleghi che per i tanti pazienti che seguiva, Luisa ha messo subito in mostra le sue doti professionali, con un’attenzione centrata sul paziente. Lei stessa, per una sorte imbarazzante, è stata paziente. La sua educazione e la sua tenacia le hanno permesso di affrontare prove e momenti terribili senza mai abbassare “il piacere di restare attaccata alla vita”, trasmettendo questo suo entusiasmo a tutti”. 

Il messaggio di cordoglio per il medico Luisa De Sanctis si è concluso così: “Una vita che Luisa aveva immaginato di trascorrere insieme al marito e alla figlia, insieme ai genitori e ai fratelli. Come tutte le cose belle anche la vita di Luisa è prematuramente conclusa lasciandoci nel buio, perché, per noi, il sole oggi non è sorto. Ti ricorderemo per sempre nei nostri cuori”.

Pubblicato il alle ore 17:58 Ultima modifica il alle ore 17:58