Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
luigi di maio lascia impegno civico

“È finita anche questa”. Luigi Di Maio, la decisione dopo l’addio al ministero degli Esteri

  • Italia

Luigi Di Maio lascia Impegno Civico. L’ex ministro degli Esteri si sta preparando per una nuova vita – professionale – dopo aver mancato la rielezione. Vi abbiamo anticipato recentemente cosa bolle in pentola sul suo futuro. Il politico di Caserta potrebbe seguire le orme di Massimo D’Alema. Intanto, però, giunge la notizia della sua decisione sul partito nato appena un paio di mesi fa in partnership con Bruno Tabacci.

Luigi Di Maio lascia la segreteria di Impegno Civico. La recente, pesante, sconfitta elettorale ha spinto l’ex inquilino della Farnesina alla scelta più radicale. Di Maio aveva fondato la nuova creatura politica dopo essere uscito dal Movimento 5 Stelle in seguito allo scontro con Giuseppe Conte. Ma con appena lo 0,6% di voti alle recenti elezioni non è riuscito a farsi rieleggere. “Forse chissà, un giorno la parabola di Luigi Di Maio diventerà oggetto di studio – ironizza Matteo Pucciarelli su Repubblica – L’ultima notizia, battuta ieri sera per Adnkronos da Ileana Sciarra, è il sipario che si chiude su uno spettacolo che ahimé non stava guardando più nessuno”.

Leggi anche: Luigi Di Maio, che farà dopo l’uscita dal ministero degli Esteri? Voci sul nuovo lavoro

luigi di maio lascia impegno civico


Luigi Di Maio, dalla rottura con il M5S all’addio a Impegno Civico

Nel giro di pochi mesi Luigi Di Maio è passato dall’essere uno dei ministri più importanti d’Italia, con la guerra in Ucraina e il piano di pace elaborato per risolvere il conflitto, a non avere più un partito. Sulle sue scelte a partire dalla crisi con il M5S il giornalista di Repubblica commenta: “Tutti i calcoli si sono rivelati sbagliati. Di Maio che coltivava un rapporto privilegiato con Giancarlo Giorgetti, Di Maio che ipotizzava un ticket con il sindaco di Milano Beppe Sala, Di Maio blandito da centristi e vecchie volpi della politica che in lui vedevano un possibile traghettatore verso non si è mai capito bene dove. Invece Lega, Forza Italia e M5S hanno rovinato ogni piano: fine del governo, tutti a casa”.

luigi di maio lascia impegno civico

La scelta di lasciare il partito appena fondato è maturata dopo il ko alle elezioni e la conseguente decisione di cancellare tutti i profili social. Poi, sabato 22 ottobre, Luigi Di Maio, dopo aver passato il testimone al nuovo ministro degli Esteri Antonio Tajani, ha ufficializzato l’addio a Impegno Civico.

Tra i primi a commentare sui social l’addio di Luigi Di Maio a Impegno Civico è stato Sergio Battelli, ex M5S che l’aveva seguito nella nuova avventura politica insieme ad altri 60 ex grillini: “È stato un onore amico mio. L’amicizia e i rapporti umani non cambieranno mai come non cambierà mai la cattiveria e l’invidia della gente. Ad maiora semper”.

“Una brutta notizia”. Luigi Di Maio, lo scoop sulla sfera personale poco prima delle elezioni


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004