Libero De Rienzo, la svolta nelle indagini a 5 mesi dalla morte. Cosa è emerso nelle ultime ore

La procura di Roma ha aperto una inchiesta sulla morte di Libero De Rienzo, l’attore 44enne trovato senza vita il 15 luglio scorso per un’overdose di eroina nella sua abitazione in zona Madonna del Riposo, nella Capitale. Dopo il rinvenimento del corpo dell’attore e dell’eroina, i carabinieri hanno svolto accertamenti nell’ambiente dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle zone vicine all’abitazione di De Rienzo.

Le indagini scattate immediatamente dopo la scoperta del corpo senza vita di Libero De Rienzo, sono partite proprio dalla droga e dall’ambiente dello spaccio nelle zone vicine al luogo in cui la vittima è stata trovata. Sono stati ricostruiti i collegamenti che hanno portato i militari fino al quadrante sud-ovest della Capitale, in particolare nel quartiere di Torre Angela. Lì è stato arrestato il gambiano colto in flagranza del reato di spaccio nei confronti di diverse persone. Durante la successiva perquisizione nell’appartamento, nella stanza in uso a un suo connazionale anche lui in manette, sono stati sequestrati ulteriori 7,7 grammi della stessa sostanza stupefacente.

libero de rienzo pusher rinviato a giudizio

A seguito delle indagini in manette è finito un pusher gambiano Mustafa Minte Lamin, di 32 anni. Secondo l’impianto accusatorio, avrebbe venduto sostanze stupefacenti all’attore ed altre cinque persone. Nei suoi confronti viene contestato anche il reato di morte come conseguenza di altro reato alla luce del nesso emerso tra la cessione dell’eroina e il decesso di Libero De Rienzo. Ora il processo nei confronti di Mustafa Minte Lamin può iniziare.


libero de rienzo pusher rinviato a giudizio

Infatti il 32enne è stato rinviato a giudizio e il 6 aprile 2022 dovrà difendersi dall’accusa di aver ceduto la dose letale di eroina all’attore Libero De Rienzo, morto il 15 luglio scorso per “intossicazione accusa da eroina”. “Morte in conseguenza di altro reato”, è l’accusa contestata al gambiano di 32 anni. Fin da subito è risultato piuttosto chiaro che l’uomo gestiva i suoi clienti “a domicilio”, spostandosi di casa in casa per la Capitale consegnando la droga ai propri clienti.

libero de rienzo pusher rinviato a giudizio
libero de rienzo pusher rinviato a giudizio

A dare l’allarme della scomparsa di Libero De Rienzo era stata la moglie, che era con i figli fuori città. Non riuscendo più a mettersi in contatto con il marito, la donna aveva chiesto all’amico Costantino di cercarlo. L’uomo aveva le chiavi dell’appartamento. E si è recato nella casa dove viveva l’attore e ha fatto la tragica scoperta. Quando è entrato nell’appartamento ha trovato Libero De Rienzo disteso per terra, privo di sensi.

Pubblicato il alle ore 13:54 Ultima modifica il alle ore 13:54