“Purtroppo è Anita”. Fine delle speranze: trovata morta in un canalone dopo giorni di ricerche

Lecco, dopo la denuncia della scomparsa il ritrovamento del suo corpo privo di vita. Nessuno ha mai smesso di pregare per Anita Pinchetti, 47 anni, dispersa dal 22 settembre nei boschi di Premana. Purtroppo il ritrovamento del corpo della donna partita in cerca di funghi ha messo di fronte a una realtà drammatica.

Ricerche senza sosta da quando si sono del tutto perse le sue tracce nei boschi di Premana (Lecco), in Valvarrone. La donna risultava scomparsa dal 22 settembre, ovvero dal giorno in cui si era avventurata nella caccia ai funghi. Non vedendola rientrare, l’amico ha dato l’allarme.

Lecco Anita Pinchetti 47 anni ritrovamento corpo morta

Le ricerche di Anita sono cominciate il giorno stesso della scomparsa, quando la donna non ha fatto più ritorno dall’escursione. Erano circa le 19,30 quando le squadre del Soccorso Alpino, dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri hanno cominciato a perlustrare tutta l’area, avvalendosi anche di elicotteri e droni.


Lecco Anita Pinchetti 47 anni ritrovamento corpo morta

Purtroppo dopo giorni di vive speranze, la verità emersa lascia senza parole. Il corpo di Anita è stato individuato in un dirupo dell’Alpe Vegessa, ormai privo di vita. L’escursionista del rione di Bonaccina di Lecco, conosciuta da tutti anche per le attività svolte presso la parrocchia, lascia il marito e una figlia di 19 anni, Beatrice.

Lecco Anita Pinchetti 47 anni ritrovamento corpo morta
Lecco Anita Pinchetti 47 anni ritrovamento corpo morta

In corso le operazioni di recupero della salma. E nel dolore, vengono alla mente le parole che spesso ripeteva Anita, appassionata escursionista e amante della montagna e dei boschi: “Solo qui sto bene”, riferendosi proprio a quei paesaggi e a quei sentieri, spesso ritratti in foto, dove non avrebbe mai potuto immaginare di andare incontro alla morte.

Pubblicato il alle ore 15:49 Ultima modifica il alle ore 15:49