Lauretta Granzotto Morta Treviso Ciclismo

Addio a Lauretta. Il suo sorriso si è spento per sempre per una grave malattia

Dolore immenso per la scomparsa di Lauretta, il cui sorriso si è spento per sempre all’età di 55 anni. Ha combattuto a lungo contro una grave malattia, ma il suo corpo non ha retto e si è arreso. Distrutti dalla notizia suo marito Giovanni e la figlia Giorgia di 24 anni. Aveva dedicato una vita intera al mondo dello sport, infatti era conosciuta da tutti nella sua terra di origine. Dopo aver avuto un malore, era stata scoperta la tremenda patologia, che non le ha permesso di continuare a vivere a lungo.

Aveva una passione immensa per il mondo sportivo, infatti quando era giovane aveva deciso di intraprendere la strada dell’atletica leggera prima di iniziare ad avvicinarsi al ciclismo, complice anche il suo coniuge, da sempre appassionato. E aveva anche iniziato a competere con alcune società: l’Asd Lunardelli e l’Asd Solighetto. Successivamente si era trasferita al Team Castagnole. E non ha solamente preso parte ad importanti competizioni, ma è anche strada in grado di vincere un titolo prestigioso.

Lauretta Granzotto Morta Tumore Passione Ciclismo

Lauretta Granzotto aveva cominciato la sua attività sportiva nel mondo del ciclismo con le cronometro individuali, successivamente aveva iniziato a gareggiare e a conquistare traguardi davvero importanti su strada e nel ciclocross. Da segnalare nel suo curriculum la vittoria del titolo tricolore durante il campionato italiano marathon del 2017. Lauretta Granzotto era originaria di Santa Lucia di Piave, ma era residente a Colfrancui di Oderzo, un comune situato in provincia di Treviso.


Lauretta Granzotto Morta Treviso Tumore Ciclismo

A spegnere la vita di Lauretta Granzotto, deceduta all’interno dell’ospedale Ca’ Foncello, è stato un tumore al pancreas. Aveva saputo del cancro, dopo aver avvertito affaticamento e dolori allo stomaco dopo una gara di mountain bike. Nonostante sia stata subito presa in carico dai medici, che hanno fatto di tutto per salvarla, non ce l’ha fatta. Emozionante il messaggio di addio dell’Acsi Ciclismo Treviso. Le esequie della 55enne si svolgeranno il 16 novembre alle 14.30 nella chiesa di Colfrancui.

Questa la nota dell’Acis Ciclismo Treviso: “Il suo sorriso contagiava tutti, non ha smesso di sorridere neanche quando la notizia di una grave malattia l’ha raggiunta, era pronta a lottare con tenacia come ha sempre fatto e nelle ultime settimane ha voluto sostenere i suoi amici alle corse rassicurandoli”. Un dolore devastante per tutti coloro che hanno apprezzato le sue doti umane e agonistiche.

Pubblicato il alle ore 17:46 Ultima modifica il alle ore 17:46