Frana collassa sulla strada, tratto interrotto e molta paura: sul posto vigili del fuoco e polizia

Una grossa frana di massi e roccia è crollata intorno alle 20 di venerdì 10 settembre. L’arteria è stata chiusa per permettere l’intervento dei soccorsi. Diversi i massi staccati dalla parete rocciosa per raggiungere la carreggiata, alcuni anche di diversi metri di diametro, facendo scattare l’allerta e la chiamata ai soccorritori.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Riva del Garda, le unità del sistema di protezione civile e gli agenti della polizia. Fortunatamente in quel momento non transitava nessuno sull’arteria che costeggia tutta la sponda veneta del lago di Garda e non ci sono stati feriti.

frana lago garda

Frana sulla strada, Gardesana chiusa

Come riporta ilDolomiti.it la strada 249 Gardesana Orientale è chiusa al traffico al confine tra la provincia di Verona e di Trento, l’area isolata e messa in sicurezza per permettere la rimozione del materiale e le prime verifiche tecniche sulla stabilità del versante. Lo scorso gennaio nella stessa zona c’era stata una grossa frana di oltre 500 metri cubi di roccia.


frana lago garda

La strada era stata chiusa dalle 18 del 2 gennaio per lo smottamento che si era verificato al confine tra le due province, in località Tempesta. Il fronte era di 60 metri e aveva completamente invaso la strada. “La frana caduta sulla Gardesana sta creando gravi disagi alla popolazione, sono necessari interventi urgenti” aveva commentato la deputata del M5s Francesca Businarolo.

Per permettere a circa 500 persone di andare a lavoro era stato improvvisato un servizio di navigazione fra Riva e Malcesine con i battelli della Navigarda. Dopo 40 giorni la Gardesana Orientale in località Tempesta, tra i comuni di Malcesine e Torbole, al confine fra le province di Verona e di Trento, era stata riaperta.

Pubblicato il alle ore 11:09 Ultima modifica il alle ore 11:09