Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

La professoressa: “Ormoni ai bambini a scuola perché l’Onu li vuole gay”

Un professoressa di italiano del liceo Botta di Ivrea ha scritto un articolo “provocatorio” contro gli omosessuali e l’Onu, pubblicato sul giornale della parrocchia di Rivarolo. Cristina Zaccanti, questo il nome, tiene una rubrica chiamata “L’angolo della riflessione”, dove tratta diversi temi della società attuale. Il riferimento del suo ultimo scritto – “Il fenomeno Gender” – è alla pedofilia, al mondo dell’omosessualità e alla presunta volontà dell’Onu di favorirne entrambi partendo dall’educazione dei bambini fin dai primi anni di età.


Definisce la pedofilia come “una delle tante vie per soddisfare il diritto al piacere, che può diventare un metodo pedagogico ammesso anche dall’Onu”, sostenendo come l’Organizzazione Mondiale della Sanità favorirebbe “la somministrazione di ormoni ai bambini per ritardarne la crescita e orientarli all’omosessualità”. Poi sulle coppie di fatto, impossibilitate ad avere figli, “che vanno a vantaggio delle case farmaceutiche che producono ormoni”. Il parroco Raffaele Roffino la difende: “Le opinioni personali della signora Zaccanti, sono solo sue ma servono a stimolare la riflessione su un tema sul quale ci sono opinioni diverse”. 


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004