Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Jessy Dewildeman e Wibe Bijls morte iincidente roma

“Erano così giovani”. La vacanza delle amiche finisce in tragedia, morte per aiutare una persona

  • Italia

Tragedia sull’autostrada A24 Roma-Teramo. Un’auto pirata investe due giovani ragazze e poi il guidatore scappa. Nulla da fare per le due giovani donne originarie del comune di Menen, nella provincia fiamminga delle Fiandre Occidentali. Il loro nome, Jessy Dewildeman, 24 anni, e Wibe Bijls, 26 anni.

Jessy Dewildeman e Wibe Bijls morte sul colpo. Nel cuore della notte le due ragazze s trovavano a bordo di un Ncc, una vettura adibita a noleggio con conducente. Una volta avvistato un incidente in prossima dello svincolo di Tor Cervara sul tratto urbano dell’A24, le due giovani donne di 24 e 26 anni hanno deciso di scendere dalla vettura per prestare soccorso ai due automobilisti.

Leggi anche: Crolla cavalcavia in Italia, soccorsi e polizia sul posto. Nessun ferito

Jessy Dewildeman e Wibe Bijls morte iincidente roma


Jessy Dewildeman e Wibe Bijls morte nel cuore della notte: colpite da un’auto pirata

Originarie di Menen le due ragazze avevano da poco trovato impiego nella Capitale nel settore della ristorazione. Le due amiche avevano frequentato la scuola alberghiera Rhizo Hotelschool di Kortrijk. Un percorso di studi che aveva portato Wibe a diventare una chef, mentre Jessy lavorava in sala.

Jessy Dewildeman e Wibe Bijls morte iincidente roma

Per Jessy e Wibe ogni speranza persa. Le due ragazze, scese dalla vettura per prestare soccorso all’automobilista, vengono colpite da un’altra auto in corsa che poi si sarebbe data alla fuga fino a fare perdere ogni traccia. Nella carambola sono rimasti feriti anche due automobilisti che erano andati a sbattere nel precedente sinistro stradale, trasportati in codice rosso al Policlinico Umberto I. Le ragazze sono morte entrambe sul colpo, mentre i due automobilisti non sarebbero in pericolo di vita.

Jessy Dewildeman e Wibe Bijls morte iincidente roma

Una volta lanciato l’allarme, sul posto anche la polizia stradale attualmente preposta alle indagini sul caso per ricostruire l’esatta dinamica del tragico incidente e risalire all’identificazione dell’auto pirata che ha causato la morte delle due giovani turiste belga. Le indagini mirano all’acquisizione delle immagini registrate dalle videocamere installate sull’auto ncc per poter risalire a maggiori dettagli della dolorosa vicenda.

“Abbiamo appreso che una delle nostre dipendenti è morta in un incidente d’auto la scorsa notte. Tu, la donna sempre sorridente, amica di tutti”, hanno scritto i loro datori di lavoro di Jessy e Wibe direttamente sulla pagina Facebook.

E ancora: “La vita è così ingiusta. Non potevo credere a quello che ho sentito”, scrive Tina. “Ci mancherete tantissimo”, il post di Jene. Kelly, una ex collega, ricorda Wibe con diverse foto: “Non riuscivo a crederci quando l’ho letto. Ho ancora la pelle d’oca. Una ragazza educata, una collega/amica super simpatica e una ragazza con il cuore al posto giusto che c’era per tutti, giorno e notte”.
Sul profilo Instagram di Jessy Dewildeman fino a poche ore fa erano presenti le sue storie che raccontavano il viaggio a Roma.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004