irene emili 20enne morta donazione organi

Malore in casa, Irene muore a 20 anni. La scoperta commovente dei genitori dopo la morte

Una tragedia che fa male e un gesto di grande generosità e amore. È la storia di Irene Emili, la giovane di Pollenza, provincia di Macerata, venuta a mancare nella tarda mattinata di ieri domenica 26 settembre. La ventenne aveva avuto un malore nella giornata di martedì 21. La giovane, che aveva compiuto gli anni appena un mese fa, aveva mal di testa e così aveva chiamato la mamma Annalisa. Quest’ultima si trovava al supermercato per fare spese, a soli 200 metri da casa.

Irene sarebbe dovuta andare a lezione all’università, frequentava infatti il corso di Mediazione Linguistica a Macerata. Quando ha chiamato la mamma si trovava alla cassa del supermercato: “Dopo la telefonata sono andata subito a casa – le parole della donna – e ho trovato mia figlia dolorante sul divano e poco dopo ha perso i sensi. Ho così chiamato subito gli operatori del 118. Il medico, arrivato sul posto, si è reso conto della gravità delle condizioni della giovane e ha deciso di trasportarla in eliambulanza all’ospedale Torrette.

irene emili 20enne morta donazione organi

Purtroppo la situazione è andata peggiorando sempre più e Irene Emili è morta, a causa dell’emorragia cerebrale, nella mattinata di domenica 26 settembre. Ovviamente la notizia si è subito diffusa e ha sconvolto la comunità di Pollenza: “Era una ragazza gioiosa, socievole e solare – racconta la mamma Annalisa – le piaceva divertirsi, aveva tanta voglia di vivere”. Insieme al dolore, però, è arrivata anche la sorpresa. Nessuno, nemmeno i genitori, sapeva infatti della scelta fatta da Irene all’ultimo rinnovo della carta d’identità.


irene emili 20enne morta donazione organi

La ventenne aveva espresso la volontà di donare gli organi: “Ha fatto un gesto bellissimo che noi non sapevamo – ha spiegato la mamma, Annalisa – l’anno scorso, quando è andata a rinnovare la carta d’identità ha firmato per dare il consenso per la donazione degli organi. Così ci sarà l’espianto degli organi”. Irene Emili, oltre alla mamma Annalisa, lascia il papà Giorgio e due fratelli più piccoli: Sebastiano, 14 anni, frequenta l’istituto alberghiero di Cingoli, mentre Giordano, 18, è uno studente dell’istituto tecnico tecnologico a San Severino Marche.

Il sindaco di Pollenza, Mauro Romoli, ha proclamato per la giornata di lunedì 27 settembre, il lutto cittadino: “Sarà annullato il mercato settimanale – si legge in una nota pubblicata sui social – e verranno esposte le bandiere a mezz’asta in tutti gli edifici comunali. Si invitano i concittadini, i titolari delle attività commerciali e le associazioni ad esprimere la loro partecipazione al lutto cittadino mediante la sospensione delle loro attività durante i funerali dalle ore 16 e fino al termine della cerimonia religiosa”. Il funerale si terrà nella chiesa dell’Immacolata di Pollenza.

Pubblicato il alle ore 14:47 Ultima modifica il alle ore 14:47