Calerno di Sant'Ilario, camion contro casa

Il camion si schianta contro la casa, un morto. Abitazione collassata, sul posto 118 e vigili del fuoco

Camion contro una casa, un morto. Incidente stradale intorno alle 13 di martedì 5 ottobre lungo la via Emilia a Calerno di Sant’Ilario, una frazione del comune di Sant’Ilario d’Enza, in provincia di Reggio Emilia. L’uomo stava viaggiando in direzione Parma quando, probabilmente per un malore, ha perso il controllo del mezzo pesante e si è schiantato contro il muro di un’abitazione all’angola con via XXV Luglio.

“Ero in cucina e ho sentito un gran boato. Mi sono voltata e ho visto le macerie: ho avuto una grande paura”, ha dichiarato la donna che in quel momento si trovava all’interno dell’abitazione a Telereggio. Per la donna che stava cucinando e aspettava il rientro dei figli dalla scuola solo un grande spavento. Per l’autista del mezzo pesante, che viaggiava in direzione Parma, non c’è stato niente da fare.

Calerno di Sant'Ilario camion contro casa morto

Giunti sul posto gli operatori del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Gianluca Mercatini aveva 55 anni, era nativo di Cesena e da qualche tempo viveva a Cesenatico con due figli. Come riportano i quotidiani locali sul posto sono intervenuti i mezzi di soccorso e i vigili del fuoco che hanno lavorato per mettere in sicurezza l’area. L’edificio colpito dal tir è stato danneggiato ed è stato dichiarato inagibile e per la famiglia che viveva nell’abitazione si sono mossi i servizi sociali di Sant’Ilario.


Calerno di Sant'Ilario camion contro casa morto

Sul luogo dello schianto è arrivato anche il sindaco di Sant’Ilario Carlo Peruccchetti: “Siamo tutti impegnati – ha spiegato al Resto del Carlino – per la messa in sicurezza dell’edificio e il ripristino della viabilità. I servizi sociali sono in contatto con la famiglia che abita la casa lesionata e attualmente inabitabile. I tecnici stanno anche verificando se il resto della struttura dell’abitazione sia in sicurezza, consentendo pertanto agli altri residenti di poter restare nelle proprie abitazioni”.

“Esprimiamo condoglianze e la massima solidarietà alla famiglia dell’autotrasportatore colpita da questa terribile tragedia e restiamo in attesa di capire quali siano state le reali dinamiche che hanno causato l’incidente”, ha detto ancora il primo cittadino.

Pubblicato il alle ore 10:45 Ultima modifica il alle ore 10:45