Il sindaco che “ruba” gli spiccioli ai mendicanti

Era destinata alla polemica la decisione della giunta comunale di Padova, guidata dal sindaco leghista Massimo Bitonci. E le previsioni sono state rispettate. Per prevenire e reprimere il cosiddetto accattonaggio, da settembre, nella città di Sant’Antonio, si farà sul serio. Le misure “anti mendicanti” permetteranno agli agenti della polizia municipale di fermare e multare chi chiede la carità per le strade di Padova. Fino al sequestro delle monete raggranellate. Il sindaco mette le mani avanti parlando di azioni che non implicheranno l’uso della forza, ma aggiunge che una stretta ci sarà anche sui campi nomadi. L’ordinanza colpisce anche i musicisti e gli artisti di strada che non potranno più “occupare” solo pubblico e ricevere piccole offerte a fronte delle proprie esibizioni.