Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Quando diremo addio al Green pass”. Covid Italia, la previsione di Pierpaolo Sileri sul certificato verde

  • Italia

“Io credo sia prematuro oggi parlare di eliminazione del Super Green pass, ma una rimodulazione può essere necessaria”. A sottolinearlo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, oggi a Milano a margine della cerimonia di inaugurazione dell’Anno accademico 2021-2022 dell’università Vita-Salute San Raffaele. “Sono stato uno dei sostenitori del Green pass fin da subito. Credo che questa diversa circolazione del virus, con la variante Omicron che sembra essere meno aggressiva contro il polmone, e agisce su una popolazione largamente vaccinata, ci pone dinanzi alla necessità di una rimodulazione di ciò che abbiamo fatto”, ha aggiunto.


“Quando” si potrà fare? “Intanto osserviamo i dati, vediamo se nascono nuove varianti altrove nel mondo, proseguiamo con la campagna per la terza dose. Poi una rivalutazione potrà essere fatta – ha spiegato – Sicuramente il Green pass non può essere qualcosa di eterno. Non è un passaporto che ha la durata di 10 anni”.

Pierpaolo Sileri



“Queste riflessioni sono parte di un percorso verso “un ritorno alla completa normalità, dove per normalità si intende anche prima o poi la rimodulazione o la rimozione del Green pass”. Certo, ha puntualizzato infine, “non lo farei ora. Oggi è francamente prematuro”. “Piano piano togliamo le regole” messe in campo per proteggerci e combattere Covid-19, e in questo percorso.

controlli green pass polizia


“Il Green pass potrà essere una delle ultime che potrà essere tolta. Oggi stiamo parlando tra noi con la mascherina, al chiuso. Io vedrei prima una rimozione della mascherina al chiuso”, ha detto anxora. “Ancora prima – ha precisato però il sottosegretario – rivedrei le regole per i positivi asintomatici. E piano piano così, fino a una completa normalità”.

controllo green pass italia


Sono 28.630 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia oggi, 14 febbraio 2022, secondo i dati e i numeri Covid – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano inoltre altri 281 morti che porta a 151.296 il numero delle vittime da inizio pandemia.

Caffeina by Adnkronos

www.adnkronos.it